Approfondimenti di Cultura antropologica e filosofica a cura della dott.ssa Ippolita Sicoli
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approfondimenti di Cultura antropologica e filosofica a cura della dott.ssa Ippolita Sicoli Amore e Psiche

Una carezza e la spada
Una carezza e la spada

 

La carezza è una farfalla che si siede sulla guancia. È un petalo di rosa o una piuma scivolata dal cielo. Non mente e l'energia che la muove è indaco. È la nuvola e la lacrima di gioia o di tenerezza che scivola dalla luna e consola i sogni.

Il sogno lontano
Il sogno lontano

 

Si poteva fare tanto e tutto quando si poteva. Ora è tardi e nulla più è possibile. Abbiamo rimandato nella nostra vita, nelle nostre singole vite e a livello più ampio all'esterno, pensando che sarebbero arrivati tempi migliori, ma così non è stato.

Il resto di una supernova, osservato dalla missione Chandra della Nasa (Msh 15-52)
Il resto di una supernova, osservato dalla missione Chandra della Nasa (Msh 15-52)

 

Le stelle ci parlano dal remoto passato. È curioso parlare di presente associandolo alla luce in rapporto a un tempo remoto che incrocia il suo passo col l'oggi e si rende futuro. Gli antichi sacerdoti sapevano che le stelle irrorano la notte e le sue profondità abissali con il fulgore che affonda in radici lontane e grazie al quale noi ci muoviamo ed avanziamo.

Su di me, il peso delle fragilità
Su di me, il peso delle fragilità

 

Oggi avrei da piangere e tanto. La tenerezza di un gatto mi tocca sempre, nonostante o forse perché come un gatto, da pochi mi sento compresa. E non so come rispondere o difendermi dalla meschinità del mondo. È delle anime belle, umane o animali a prescindere, ripiegarsi in sé per il dolore o per pregare.

Foto by Claudio Scandelli  opèra
Foto by Claudio Scandelli opèra

 

Ci sono luoghi che sono casa e luoghi che ci riconducono a casa. A volte, e ce lo insegna magistralmente l'amore, occorre perdersi per trovare chi si è davvero.

«Due amanti» di Giulio Romano (particolare)
«Due amanti» di Giulio Romano (particolare)

 

Il Sacro si realizza non solo tramite le pratiche ma ancor prima con lo spazio ad esso riservato. Nel tempo l'uomo è andato smarrendo il legame con la forma, puntando tutto assolutamente sui contenuti. Questo ha aperto una forte discussione dicotomica tra ciò che l'Uomo era, investito di autorevolezza, e chi è nell'attualità, totalmente dedito alla cultura separatista.

Un sentimento chiamato mare
Un sentimento chiamato mare

 

In varie occasioni ho indugiato sul variegato tema dei sentimenti, approcciandomi da prospettive mai del tutto esplorate in rapporto ad esso. Siamo soliti associare i sentimenti ai sensi, entrambi capaci di introiettarci nei recessi dell'anima e di porre in relazione il mondo più intimo con quello dei rapporti umani.

Bicci Neri Madonna col Bambino
Bicci Neri Madonna col Bambino

 

La dolcezza è nel tatto delle mani di chi la riceve e la sa ascoltare. Le nobildonne osavano tutto con le mani e tramite queste mascheravano la loro algida ritrosia. I guanti indossati dalle dame servivano anche a tale scopo.

La rottura delle acque nella letteratura sacra
La rottura delle acque nella letteratura sacra

 

La mandorla o vesica piscis è il simbolo dell'evoluzione di ciò che possiede una sua impronta sacra che viene poi confermata nel tempo ed espressa agli altri. Il vesica piscis è l'alveo che contiene l'embrione del non manifesto che assolve poi a rinascita nel segno della sua vera identità attraverso la rottura delle acque che indica il passaggio dal prima al presente.

Battaglia tra gufi e corvi in un antico manoscritto
Battaglia tra gufi e corvi in un antico manoscritto

 

Gli uccelli e il simbolo della croce al centro dell'uovo cosmico a significare il volo come espansione. Ciò che rimanda al cielo e alla luce possiede le ali, come ha anche le ali chi dal cielo tende al basso per incontrare gli uomini e la Natura e portarli in alto.

Barbone italiano di Piero Tridente
Barbone italiano di Piero Tridente

 

C'è raccoglimento nel dolore, slancio verso i luoghi dove ancora non siamo stati e che abbiamo dentro. Si odia e poi si piange e ci si ripiega su se stessi per ritrovare ciò che abbiamo perduto e l'affetto nella vita più volte tradito.

Il gatto, per vie segrete
Il gatto, per vie segrete

 

Un gatto attende sempre qualcosa e risponde alla chiamata che riceve sottoforma di impulso energetico. È fruitore e dispensatore di correnti e flussi magnetici. Come nessuno, il gatto si pone in ascolto quando interrompe quanto stava facendo.

Negli orizzonti ristretti della riconoscenza
Negli orizzonti ristretti della riconoscenza

 

Il Destino è  il  risultato di ciò che noi diamo e mettiamo in tutte le cose. È  il  frutto dell'amore. Un amore finito male lascerà  segni che piegheranno il corso del nostro destino inevitabilmente, verso il bene o al contrario verso il male.

Naomi Tydeman - Marsh Moon
Naomi Tydeman - Marsh Moon

 

E' bollente ciò che attraversa, algido ciò che si fissa e permane. Occorre passare da uno stato all'altro per fissarsi nelle cose in mutamento. Occorre il ghiaccio perché non cadiano tra le capriole delle ardenti fiamme. Occorre il ghiaccio per riavere in noi le esperienze vissute ed essere riassorbiti in esse.

Advent. Watercolor 455x380mm Waterford paper
Advent. Watercolor 455x380mm Waterford paper

 

Io credo che anche solo per un istante, chi ti ama senta la necessità di incontrarti e prenda il primo volo. Non occorre programmare al fine di stare giorni insieme. Basta un abbraccio a salvare tutta una vita. Alla mia età bisogna salvarsi. E ci si salva cogliendo i fiammiferi che illuminano più di una lampada.

Kandinsky - Jaune Rouge Bleu
Kandinsky - Jaune Rouge Bleu

 

L'Universo letterario reggerà finché l'uomo avrà il potere di immaginare e prima ancora di immaginarsi. Siamo, nel momento in cui ci proiettiamo all'esterno e questo è di per sé un'azione creativa.

Foto di Fabrizio Bonacasata
Foto di Fabrizio Bonacasata

 

Quanto si associa all'Inferno per immagini burrascose e turbolente, proiettato nel cielo assume carattere liberatorio e connotati di sublime ed esaltante bellezza. Dobbiamo arrivare al Romanticismo e al suo avamposto neoclassico per superare quelle barriere associative che soprattutto nel Medioevo impedivano di cogliere la Bellezza nella sua totalità. Imparare a vedere è delle menti libere, scevre da ogni condizionamento che vada a influire soprattutto sulla Bellezza percepita.

Nella rappresentazione del Destino dell'Universo
Nella rappresentazione del Destino dell'Universo

 

Prendendo spunto dall'esito degli ultimi studi, sarebbe plausibile un Universo più piccolo di quello da noi supposto. Più piccolo non equivarrebbe a dire meno magico o potente.

Opera di Uriel Nibiru
Opera di Uriel Nibiru

 

Il cuore è una finestra spalancata sul futuro che significa tensione e apertura verso gli altri. La proiezione verso lo sconosciuto è anche questo, partendo dalla stabilità del presente che è il tempo del compiuto e della raccolta. Occorre che siamo noi stessi anche nel cambiamento per dare senso alla nostra apertura. Le ali sono propaggini che abbracciano e spingono. Sono lo slancio verso gli altri, slancio che si identifica nell'apertura e nell'abbraccio di ciò che viene.

L'equilibrio del Mago
L'equilibrio del Mago

 

 

Dio ha infiniti occhi. È ovunque noi siamo e non siamo. Il mago, pensatore divino, è Dio nelle cose piccole e da piccolo si fa grande. Il Mago è colui che riveste di eleganza le cose. È il poeta che non si lascia andare alle sue afflizioni con piagnistei e autocommiserazioni.

La vacanza come intimità
La vacanza come intimità

 

La vacanza per me è questo. Essere dove sei tu, come nella vita. Anzi, ancora di più, dal momento che la vita ci porta a continue distrazioni. La vacanza quindi per me più degli altri periodi è concentrazione. Vivere all'unisono nel e con il respiro dell'altro. Per nulla evasione, forse perché io mi adagio come un guanto allo spessore della mia intimità.

Maigret, la gatta dell'attore Valter Venturelli
Maigret, la gatta dell'attore Valter Venturelli

 

E' purezza il sonno. Dormiamo e ci purifichiamo. Non è anche questo "ritorno a casa"?

L'angelo del focolare domestico di Coventry Patmore
L'angelo del focolare domestico di Coventry Patmore

 

La casa di una donna è il corpo del suo uomo. Si è portati a credere il contrario in quanto ogni corpo, sia maschile sia femminile, sguscia dal ventre materno di cui si riappropria il compagno durante l'atto sessuale. Si esce che si è nuovi e si ritorna nella dimensione della casa dopo aver appreso tanto o abbastanza.

L'amore è tutto
L'amore è tutto

 

Non so quanto amino le altre, quali parole sul tuo cuore abbiano soffiato. Non conosco nulla del loro sguardo e delle coppie unite dal passo schiumato nel tramonto. Non so quale arcobaleno i loro sogni abbiano sfiorato e quali parole le labbra di quelle donne ti abbiano sussurrato. Non so con quale intensità il loro sguardo a te si sia inchinato. Ma so e questo mi basta, fin dove mi possa innalzare l'amore mio.

Foto by Philippe Sissan photography collection
Foto by Philippe Sissan photography collection

 

Da quando è scivolato, il gatto col Collarino non scende più. Si avvicina alla porta d'ingresso e subito torna indietro per lo spavento provato. Ogni tanto lo si vede passeggiare sul balcone... ma rientra quasi subito come risucchiato dall'atmosfera protettiva della casa.

L'alba del sepolcro dischiuso
L'alba del sepolcro dischiuso

 

È straordinario come la Natura si diverta non solo nella molteplicità del dissimile ma anche nel fomentare percezioni e deduzioni diverse partendo dal simile. E così, la forma di un carciofo può ricordare quella di una rosa, porgendo però effetti diversi che si ripercuotono su utilizzo e finalità.

Foto by Marisa Pezzini
Foto by Marisa Pezzini

 

In futuro Cristo verrà con la spada a separare l'Uomo dalla Bestia e quei tempi sono ormai presenti. Già vent'anni fa e più qualcuno ammoniva che la società del futuro sarebbe stata costituita da vaccinati e non vaccinati e che una linea di demarcazione li avrebbe separati per sempre.

Gustav Klimt - Two girls with oleander, paticolare 1890-1892
Gustav Klimt - Two girls with oleander, paticolare 1890-1892

 

Ciò che arriva è la linea di confine tra il non ancora nato e il nulla. Gli odori... imbrattano il naso di altre vite che già vivono dentro di noi, altrimenti non le avvertiremmo. Avvertire è già riconoscere senza aver posto un nome. È qualcosa che spunta come un neonato arrivato or ora.

La traccia della luce sommersa
La traccia della luce sommersa

 

Una sedia vuota è una sedia che aspetta di prendere una forma e intanto ha un'anima. Una sedia vuota racconta di storie e presenze e incute timore. Non muore chi ha in serbo un racconto da donare e oggi più che un tempo ci lasciamo spaventare da chi è un tutt'uno con se stesso.

Come da un oceano, il vuoto sale
Come da un oceano, il vuoto sale

 

Di sera sale il vuoto da dentro. Esplode come un infinito pieno di significato che è tutto il mondo perduto e che coltiviamo dentro di noi.

Natura morta di Giorgio Morandi
Natura morta di Giorgio Morandi

 

La Domenica è fatta per concentrarsi su tutto ciò che gli altri giorni ci sfugge. Sulla luce profonda che alberga nelle cose. La domenica è il giorno del riposo ma non per le attività dello spirito.

Paesaggio ferroviario di Fabrizio Bonacasata
Paesaggio ferroviario di Fabrizio Bonacasata

 

Nella vita ci sono cerniere ovunque e grazie a queste scorriamo. La vita è scorrere e scorrendo una traccia lascia. È incredibile come la Natura preesista a noi e in questo è la sua sovranità. È eterna e sovrana perché non si pone domande. Ogni suo tassello è un microcosmo individuale che coopera nella struttura del tutto intervenendo alla sua corroborazione. Questo negli umani non esiste più. Esiste l'eternità del singolo da perseguire come fosse un'autorità a parte, disgiunta da tutto il resto.

Foto by Claudio Scandelli
Foto by Claudio Scandelli

 

Il cielo ha sempre qualcosa di unico che sfuma in fumo e profumo. Poesia nascosta nella solidità delle cose, vascello sull'anima.

I colori sono anime
I colori sono anime

 

I colori sono memoria latente eppure fertile di ciò che è stato. Sono il nostro universo nell'universo del tempo. Altro gli odori. L'odore è singolare e trascende le coordinate spaziotemporali. S'imprime e ci fa scegliere chi siamo e cosa portare dentro di noi. Gli animali si scelgono in base all'odore che crea la forma e definisce, diversamente da noi per i quali l'odore è l’infinito non circoscrivibile da alcun amplesso.

Leopold Schmutzler - Ethereal painting
Leopold Schmutzler - Ethereal painting

 

Noi siamo il riflesso dell'ambiente in cui siamo. Noi siamo e l'ambiente ci possiede inviandoci il suo riflesso. Lo spazio è il legame o braccio che ci tiene congiunti all'ambiente. In rapporto all'ambiente, noi siamo in relazione a ciò che abbiamo e questa espressione non è rapportabile al trinomio odierno di uomo essere avere, ma va ricondotta all'essenza dell'esistenza umana e quindi ai primordi della scala evolutiva.

The offering - Cristina Rivera Lucioni
The offering - Cristina Rivera Lucioni

 

"C'è una bellissima storia dietro questo dipinto. L'ho chiamato L'offerta perché vi è Gesù Cristo la notte prima di essere crocifisso, mentre prega per tutti noi. Questa storia mi ricorda costantemente che Gesù ha pregato per te e per me e questo è qualcosa di straordinariamente potente e confortante."  (Cristina Rivera Lucioni)

La materia invisibile e i suoi disegni nell'Universo
La materia invisibile e i suoi disegni nell'Universo

 

L'infinitamente piccolo è altro dall'invisibile. Molto interessante lo studio che partendo dalla luce e dal suono riporta e rielabora le conoscenze dell'antica cultura sapienziale.

Giorgio Ermes Celin. Fantasmi azzurri (2020)
Giorgio Ermes Celin. Fantasmi azzurri (2020)

 

L'infinitamente piccolo è altro dall'invisibile. Molto interessante lo studio che partendo dalla luce e dal suono riporta e rielabora le conoscenze dell'antica cultura sapienziale.

Padre Pio di Piero Tridente
Padre Pio di Piero Tridente

 

Quando si rappresenta un Santo, lo si porge in modo fotografico, in base a quello che è riuscito a trasmettere e ad evocare al suo tempo e nelle epoche successive.

Dante e Beatrice, olio su cartoncino, donato da Annetta Ranzoni, cognata di Daniele,  nel 1918 al pittore Arturo Tosi
Dante e Beatrice, olio su cartoncino, donato da Annetta Ranzoni, cognata di Daniele, nel 1918 al pittore Arturo Tosi

 

Le persone sono luoghi e i luoghi sono anime. Ciò che perdura e slitta sul piano del luce è anima. Si è anima nel prima e nel dopo. Nella pancia della notte che risiede nel prima, e nei bagliori della luce che sono il dopo.

Beato Angelico. Il discorso della montagna
Beato Angelico. Il discorso della montagna

 

Viviamo nell'epoca che ci porta a riconsiderare il coraggio, l'azione che parte dal cuore e che domina i rischi.

Rivoluzione copernicana
Rivoluzione copernicana

 

Un gatto che soffre e implora aiuto al padrone che resta in piedi tutta la notte ad accudirlo. Sappiamo chi siamo tra di noi ma non chi siamo per gli esseri minori, ardite stelle dell'Universo. Noi ammiriamo e amiamo e nella Bellezza ci riconosciamo parte di un disegno che va oltre noi e che per i più sensibili si ritrova in Dio.

Foto by Claudio Scandelli opèra
Foto by Claudio Scandelli opèra

 

La seduzione è del Cielo e nelle epoche di svuotamento si è soliti prediligere il ballo alla danza. Il ballo è puro svago ed evasione al fine di svuotarsi interiormente. All'opposto la danza è arricchimento sulla tensione al cielo.

L’unica economia qui (NGC 1068) è quella dell’abbondanza… Crediti: X-ray: NASA/CXC/MIT/UCSB/P.Ogle et al.; Optical: NASA/STScI/A.Capetti et al.
L’unica economia qui (NGC 1068) è quella dell’abbondanza… Crediti: X-ray: NASA/CXC/MIT/UCSB/P.Ogle et al.; Optical: NASA/STScI/A.Capetti et al.

 

Niente capita e tutto accade. Siamo nell'epoca in cui ogni cosa acquista tratti ben definiti e il destino sposa la nostra anima, l'anima dei più sensibili. È questa l'epoca degli accadimenti, in cui nulla si verifica per caso e tutto acquista un senso compiuto. È qui il senso del Presente in cui acquista veridicità ogni tappa del nostro passato, in virtù di una sua consapevole posizione nell'attualità.

Émile Munier - Child and her Cats
Émile Munier_- Child and her Cats

 

Chiunque agisca contronatura sbaglia e il rischio di ammalarsi diventa alto. Non siamo stati creati per vivere l'uno contro l'altro. È tutto molto semplice e mi dispiace che ci siano ancora persone non in grado di capirlo.

Lo strumento Visir installato sul Vlt (Very Large Telescope) dell’Eso ha catturato questa straordinaria immagine di un massiccio sistema stellare triplo appena scoperto. Crediti: Eso/Callingham et al
Lo strumento Visir installato sul Vlt (Very Large Telescope) dell’Eso ha catturato questa straordinaria immagine di un massiccio sistema stellare triplo appena scoperto. Crediti: Eso/Callingham et al

 

Per i giovani sognare equivale a evadere, nel tempo invece si impara a comprendere che sognare equivale a ritrovarsi e per altre vie ciò rimanda alla valenza del sogno per i più piccoli.

L'Ultima Cena - Leonardo Da Vinci
L'Ultima Cena - Leonardo Da Vinci

 

Giovedi si è aperto il Triduo Pasquale che prepara alla Resurrezione di Cristo. Come da tradizione, dal giovedi si osserverà l'astinenza dalla carne. Questo è quanto ci ha tramandato l'osservanza ai precetti cristiani, decaduti nel tempo a mera tradizione popolare che mantiene un contatto molto labile con i contenuti di Fede veri e propri. Il giovedì Santo è di fatti il giorno in cui viene istituita l'Eucarestia di anticipazione al sacrificio vero e proprio.

La piramide capovolta nella societa' dell'accumulo
La piramide capovolta nella societa' dell'accumulo

 

 

A che servono i simboli se non a essere capovolti? È quanto c'insegna la perversione che ciclica ritorna nel corso delle ere antropiche. Siamo alla fine del Kali Yuga in cui la sensuale e avvenente Kali danza sul ferro delle armi. Non a caso i vulcani terrestri in questo periodo sono tutti attivi e il sottosuolo si riscuote. Shiva è nella sua veste più irrazionale e pericolosa.

La semplicita' per ripartire
La semplicita' per ripartire

 

Dovremmo ritornare semplici, ma la semplicità ha bisogno di chiarezza non fuori, ma dentro chi la cerca o implora. Altrimenti è propaganda.

L'Eugenetica e le nuove teorie creazioniste
L'Eugenetica e le nuove teorie creazioniste

 

Più ci vacciniamo e più Rossi diventiamo. È un circolo vizioso. Forse forse chi ha rallentato la distribuzione, male non ci vuole. Si sarà messo la mano sulla coscienza? Credo piuttosto che questo fatto rientri nella strategia consumistica secondo cui, esasperando il mercato, aumenta la richiesta e quindi la vendita.

La semplicita' dei tempi dell'attesa
La semplicita' dei tempi dell'attesa

 

Guardare dall'alto equivale a tuffarsi dentro se stessi. Per capirlo, occorre sviluppare una visione panoramica che consente di penetrare nell'interiorità.

Icona di Gregory Kroup
Icona di Gregory Kroup

 

Non può esserci dignità della persona senza identità. L'identità apre a una visione nitida e pertanto critica di se stessi, in quanto là dove c'è trasparenza e limpidezza, è possibile applicare una trasformazione costruttiva. Occorre vedersi dentro per acquisire quella forma di rispetto verso se stessi utile a intraprendere legami relazionali convinti e duraturi, non solo sul fronte delle esperienze private.

Lachesis - Wikipedia

 

Fa male tutto ciò che trapassa l'anima e martella la nostra mente. Se togliamo il pensiero, diventiamo insensibili, perché il pensiero appartiene anche al registro dell'anima. Il Pensiero è leggero ma ha un suo peso ossia, una sua consistenza. È volo che s'inabissa nel cielo paragonabile alle profondità dell'anima. Il Pensiero è volo di nuvole e trasporto di ali oltre il visibile. È un filo interminabile che ci porta lontano, unendo orizzonti e paradisi. Il Pensiero, come già dice l'etimo, è legato proprio all'attività della filatura.

La crisi del Pensiero della conservazione dell'Uomo
La crisi del Pensiero della conservazione dell'Uomo

 

Stamo diventando tutti senza gambe, ciechi, sordi, mutilati da una guerra che non riconosciamo. Quanto era attinente alla definizione di diverso e di malato perché non autosufficiente, ora è la regola, anzi, la legge a cui inchinarsi tutti.

Claudio Scandelli opèra Terre di Crema
Claudio Scandelli opèra Terre di Crema

 

La Natura è una grande campana che eleva e protegge senza comprimere. La Natura non è solo quanto a noi si rende percepibile e visibile. È composta di vuoti che si corrispondono tra loro con giochi di armonie. La campana è tensione verso l'alto e ricorda per forma una montagna vuota al suo interno.

Mattino nel Parco Kovelovsk, Gavril P. Kondratenko
Mattino nel Parco Kovelovsk, Gavril P. Kondratenko

 

E' proprio questo il senso dell'amore. in tutto ciò che fluendo svanisce, ci ricorda la nostra esistenza. Chi siamo e il nostro valore. Il significato che portiamo qui su questa terra attraverso il corpo che ci ricopre. Quando amiamo, siamo in noi come non lo saremmo mai, nonostante l'euforia. Ma è proprio questo l'euforia d'amore. Ci fa scoprire attimo dopo attimo significati prima invisibili e sepolti da strati di chiacchiere e di cose inutili.

Claude Monet, I papaveri
Claude Monet, I papaveri

 

Ogni giorno è una scoperta. La vita ci invita a perlustrare. A salpare per nuovi lidi che non ci chiedono necessariamente di andare lontano. Tutto ciò che serve e di cui abbiamo bisogno è intorno a noi. Intorno significa tante cose. Strati su strati, veli sopra veli, tende e tappeti. Ogni giorno il miracolo è in ciò che si compie a portata di mano e che noi non cogliamo perché viziati da una visione sofisticata della vita. 

Opera di Adolfo Troiani olio su tela
Opera di Adolfo Troiani olio su tela

 

L'amore non è mai sottomissione. Sempre e solo elegante sentire che ci rende grati della semplicità che portiamo in noi e offriamo col cuore. La semplicità è eleganza per il fatto stesso di partecipare e collaborare all'ordine naturale che è implicito alle cose e si racconta ospitando il Creato dentro di sé.

Nuvole con uccelli' di John Constable
Nuvole con uccelli' di John Constable

 

Prima si soffre e poi s'impara. La sofferenza è legata allo scontro con la realtà dei nostri desideri che vanno in caduta libera. Questo è quanto tutti riteniamo accada, sorvolando sul fatto che anche la luce ha la sua gabbia.

Pierre Auguste Cot – La Tempesta (Il Temporale) – 1880
Pierre Auguste Cot – La Tempesta (Il Temporale) – 1880

 

"Per sempre" è desiderio che si tuffa nell'infinito. Nel momento in cui pronunciamo dentro di noi questa frase, già risiediamo nell'Infinito e col desiderio ne protraiamo la presenza. Il desiderio allora esprime la volontà che si realizzi l'effetto di questo protrarsi.

Tullio Crali: Incuneandosi nell’abitato (In tuffo sulla città) • 1939
Tullio Crali: Incuneandosi nell’abitato (In tuffo sulla città) • 1939

 

È falso il mondo dell'apparire, eppure è qui che c'incontriamo e ritroviamo. La giustizia allora non è forse obbedienza a un mondo ordinato che a sua volta rispetta regole precise e prestabilite che sfuggono alla nostra comprensione razionale? La Bellezza guarisce e questo è il suo compito nel mondo. Guarire significa elevarsi dal pattume creato e determinato dall'uomo.

opera digitale di Alex Ruiz che mostra ciò che Van Gogh avrebbe potuto vedere prima di dipingere il suo capolavoro
opera digitale di Alex Ruiz che mostra ciò che Van Gogh avrebbe potuto vedere prima di dipingere il suo capolavoro

 

Il sorriso e il volto disteso o stranito accalorano. Contagiano le labbra che si appianano sul volto contratto degli altri, facendo emergere il sole dentro gli occhi. La scena si risveglia e si solleva il sipario, mostrando oltre la parete in fondo, altri orizzonti che nella cecità distratta o compressa non spiccano. 

The evening of the deluge - joseph Mallord William Turner
The evening of the deluge - joseph Mallord William Turner

 

Siamo soliti associare la nebbia all'amorfo scialbore che è tenebra e contrario della luce. La nebbia è invocazione soffusa, muto sentire che abita un'altra dimensione della luce ed è in essa presente. La luce è nebbia. Pulviscolo che confonde a seguito dell'abbaglio feroce.

Galileo-Chini_La-vita_1919_olio-su-tela
Galileo Chini - La vita 1919 olio su tela
 
 
È incredibile come chi mi ha causato in passato dolore, diventi ponte di salvezza. Ho sempre pensato che la morte per crocifissione di Cristo e la conseguente Resurrezione abbiano marchiato la mia esistenza contraddistinta da una forte fede che si esprime nell'alternanza sofferenza e più che gioia, conquista. C'è voluto tempo perché assimilassi questo meccanismo e il ritmo della vita che si esprime nella Natura mi ha indubbiamente aiutata.

Max Rentel (Germany, 1850 - 1911)  Grandma is the best
Max Rentel (Germany, 1850 - 1911) Grandma is the best

 

La Natura è ritmo e in esso si esprime il miracolo della danza dei colori. La danza è vita perché nasce dalla vita e la pittura converte i colori in ritmo sulla base di ciò che è stato tramutato in dinamico e da qui nuovamente in statico. Ciò che è statico acquisisce carattere dinamico e viceversa, e in tale alternanza si palesa l'impronta artistica della pittura.

La crisi odierna e la strategia di smorzamento del Logos
La crisi odierna e la strategia di smorzamento del Logos
 
 
Io ho imparato con estrema umiltà a rispettare i Grandi e a emularli nel loro percorso formativo, scegliendoli come esempio per la mia costruzione interiore. Tanta gente non vuole emulare e preferisce umiliare. È questo il dramma della "cultura" odierna.

La "g" di "gatto" e la sensibilità  delle stelle
La "g" di "gatto" e la sensibilità  delle stelle

 

Non solo il dolore personale ma anche il male causato negli altri e di cui poi ci sentiamo in colpa ci aiuta a crescere. La vita sa essere perdono e il perdono si manifesta nel porci davanti ad altre e seconde possibilità. Per questo ci vuole vigili e distanti dallo schema delle forme nella loro statica fisicità.

Lungo la scala della comprensione delle cose
Lungo la scala della comprensione delle cose

 

Il gatto col Collarino vuole riprendersi la sua proprietà ma Gattone Nerone Panterone non intende mollare. Costui è un tenerone, è dolce e mansueto ma verso il gatto col Collarino diventa implacabile come non gli succede con alcun altro gatto delle vicinanze.

Africa, Costa d’Avorio – Maschera di N’gere Wobe
Africa, Costa d’Avorio – Maschera di N’gere Wobe

 

Un solo attimo a volte è tanto. Gli attimi decidono tutto. Negli attimi nasciamo e ci consumiamo. Tutto parte da qui e la nostra voglia di non arrenderci. Così come qui, in queste rspressioni che traducono pensieri, trovano senso la vulnerabilità e la fragilità del nostro esserci.

Gerardo Dottori Stampa Artistica di qualità Growing Power Circa 1919

Se ripenso a tutta la bellezza incontrata e vissuta, allora sorrido e mi viene voglia di continuare a vivere. Grazie anche alla musica che ricordo e mi parla ancora.

L'eroicita' del rapporto erotico nei riti di passaggio

Sei tu la tenerezza. Ciò che sporge dal letargo il viso all'uscita del passaggio segreto, la prima volta. Ogni passaggio ha una sua prima volta. È la prova a cui siamo chiamati tutti nella vita. È l'inizio della nuova vita che nasce e si sviluppa dalla dimensione erotica.

La Speranza nel declino di un popolo

La speranza è figlia dell'attesa ed è uno dei doni che Pandora era tenuta a custodire nel suo vaso. La speranza è legata alla vita e alla morte e al passaggio delle stagioni.

La Creatività nella Natura. Il pavone e il cigno

La Creatività è instaurazione di una nuova armonia che ha per principio la rottura di leggi e schemi. La Creatività è una forma di luce naturale che succede alla luce precedente ormai convertita in buio. È delle epoche che constano di un basso numero di esempi culturali e artistici adagiarsi tra le tenebre, mancando stimoli e nuovi impulsi.

Il profumo della casa

La casa ci rappresenta e ogni persona ha dentro di sé il suo mistero spesso insoluto anche dopo la morte. Non è mistero ciò che si nasconde agli altri, ma ciò che indaghiamo in noi e resta senza una risposta razionale. Il mistero allora diventa terreno inesplorato che si traduce in maschera agli occhi degli altri. Il mistero è la nostra ricchezza impenetrabile. È il contenuto che rende bella la nostra casa.

La spada nella roccia e la tradizione del pane

Siamo soliti rapportare l'Età del Ferro al ciclo epocale delle guerre e dell'egoicità chiamato anche Kali Yuga, perché contraddistinto da un approccio feroce dell'Uomo verso il proprio simile e da un comportamento di abuso sulla Natura in genere.

Il cuore e gli animali nella tradizione dell'anima

Il cuore è una costante nella Natura, e lo ritroviamo come formazione di quelle parti e in rapporto a quegli esseri che sembrano slegati dalla materia pur appartenendole, come uccelli, ali e mani. Nel cuore, come ricorda la raffigurazione in sé delle due ali che s'incontrano, c'è l'impronta di una coppia.

Il buono e il bene

Il buono per l'anima è il bene. Una carezza sul cuore. Se fai del bene, l'anima sorride. Ciò che è buono fa bene al cuore. Ma non sempre ciò è vero. Questa regola di associare il bene al buono spesso per i nostri sensi più edonistici non risulta valida.

Il pensiero antico nelle metamorfosi dell'apparire

Un figlio è nella madre e una madre è nel figlio. Non c'è legge in Natura più bella di questa che esprime perfettamente l'idea di specularità che per esteso traduciamo in empatia. L'empatia in Natura non sarebbe forse la capacità intrinseca a tutte le cose non di confrontarsi l'una con l'altra ma di cogliersi l'una attraverso l'altra?

L'uomo scisso e l'uomo divino

L'orgasmo sensoriale non è mai qualcosa di assolutamente tangibile. È l'ineffabile che non è traducibile con gli strumenti propri della ragione umana.

Nel regno invisibile di Fate ed Elfi

La Natura è magia. Oltre l'apparenza è un mondo meraviglioso che le storie e le antiche credenze mantengono in vita di contro alla modernità.

Nei luoghi che non tornano

Vorrei entrare in questa foto per rivivere il non vissuto che mi porto ancora dentro e lasciar sbocciare la speranza del cambiamento alle svolte della mia strada. E soprattutto, per scoprire me attraverso te.

images/stories/lafinestrasullospirito-2021/articoli/chagall_-_white-crucifixion-1938.jpg

L'amore sviluppa la gratitudine e questa accede al ringraziamento. L'amore fa sospirare ogni dolore e nelle persone troppo stanche si spegne l'amore prima che esse spengano loro stesse. Il dolore è l'altra faccia dell'amore che rende gioioso e possibile ogni tragitto e il passaggio attraverso le strette porte.

La convergenza nell'Universo

Ogni cosa nasce e muore dentro di noi. Dentro di noi si compie ogni inizio e ogni fine. Dentro di noi è la chiave della vita che spegniamo o aiutiamo dando risposte.

La prostrazione della solitudine

Il dolore è scomparire. Assentarsi dal mondo per dileguarsi nel nulla che è una stanza senza luce. Nessuno è più solo e più distratto di colui che è immerso nel dolore.

L'io e l'altro e il dolore oltre la morte

L'amore ha più forme in questa vita. È fatto da un'unione che va oltre il concepito e l'ammissibile. Spesso siamo portati a pensare che la morte sia il limite dell'amore, quando invece è il dispiegamento del sentimento in tutte le sue incontenibili manifestazioni.

Il cammino di Dio nelle civilta' mediorientali del deserto

La morte ci osserva nella distrazione della vita, ma la ritroviamo anche in ciò che sfugge. La logica della consapevolezza legata alla condizione di presente non è solo una componente del pensiero orientale, essa trova riscontro in tutte le religioni e ancor più in quelle in cui la forte dicotomia tra gli opposti è avvertita.

Nel tempio di Eros

Siamo sfuggenza reciproca che ritrova le ali dell'anima nel rapporto amoroso. Nei cunicoli stretti s'intrattiene la vita e da lì sguscia la nuova semenza che s'inalbera verso il cielo nutrita del fremito della liberta'. Eppure, nella gola profonda che la donna possiede nel basso ventre, la sacralità prende forma, divampando col suo incontenibile anelito di elevazione, protetta dalle pareti del nudo corridoio.

la Madonna del sacro legno

Si è tutt'uno col tutto anche con la nascita, e l'appartenenza alla madre lo ricorda e ne è conferma. La Madre è il tronco che ci mette al mondo e in quanto tale assorbe le caratteristiche e le qualità della figura materna. La linfa della pianta è direttamente connessa con le radici dalle quali trae sostentamento.

La scioglievolezza del sacro indefinito

Cos'è il languore se non quello stato di scioglievolezza che ci coglie? Il languore che passa attraverso lo sguardo è rimandamento all'Assoluto primordiale e a quello stato di sacra latenza in cui ognuno era custodito e conservato dal Tutto in attesa di essere seminato.

La realtà deterministica e l'orientamento del Destino

Le stelle volano? No, hanno un destino. Il volo è libertà infinita e senza meta, per questo sradicata da tutto. Migrare nello spazio equivale a viaggiare e questo fa la differenza tra libertà e libertinaggio.

Il varco sacro nelle parole

Le parole sono sguardi, anime con una direzione e un compito ben preciso. Semi per partire o con cui subire. Inclinano e determinano. Le parole scatenano impulsi e esercitano influssi, e sono una moltitudine di generazioni.

La purezza, racconto antico

La purezza è magnetica, attira. A volte è devastante per chi la intende ma non le assomiglia. Eppure c'è ed è il motore vivente della Natura. La incorporiamo nella nascita e poi la perdiamo, perdendoci nella vita. È fragile la purezza e profonda come il cielo che ci sovrasta.

La falsa lucidità della ragione

Non abbiamo bisogno di nulla se non di osservare. La rivelazione è difatti nella semplicità e proprio questa oggi ci viene preclusa.

Meditazione e contemplazione nella visione del Reale

Una lettera ribalta il senso della stessa parola. Miele, sinonimo di dolcezza, si trasforma in fiele: veleno. Il veleno diventa farmaco nel tempo. È una trasmutazione resa possibile all'interno del laboratorio alchemico che è la coscienza umana che porta alla maturità.

La rivelazione e il raptus di Dio

La nostra piccolezza a cospetto dell'immensità ci rende grandi. Ci assorbe e ci riporta all'unità col Divino. Dio è immanenza ma anche slancio e questa sua azione condotta su di noi e che io definisco di riassorbenza, la ritroviamo nel verbo "adorare".

La fluidità infinita delle forme

Ciò che ci appartiene ritorna. Sotto altre spoglie ma ritorna. Il dio dell'amore non ci abbandona. Ci abbandonano le forme nel regno transeunte delle cose, ma non l'amore in sé. Esso ci domina, è tra noi ed è il collante tra il Creato e Dio.

Il lavoro di Dio e il letargo dell'Uomo

Da ultimi studi risulta che i primi uomini andassero in letargo d'inverno. Questa notizia passata sotto silenzio contiene a mio avviso preziose informazioni che sotto il profilo biologico ci legano al mondo dei rettili discendenti dei dinosauri e quindi importanti perché alla base del regno animale.

Il silenzio del ceppo antico

Nella Bellezza troviamo il compiuto, in una realtà che frammenta e non ha cura del senso che si trasmette dall'alba della storia umana.

Adorazione e sottomissione

Logos, Lux e Locus hanno la stessa radice da cui deriva la parola Luce. Il logos è  il Verbo, la Parola che lega il Creatore al Tutto e si identifica pertanto nel Pantokrator: il Creatore indiscusso, il Signore dell'Universo.

L'impronta dell'anima

Nell'ora della sera l'attesa diventa magnetica e si fa mancanza e presenza. Bisogno di appagamento. L'attesa non è mai di chi è solo, ma del solitario che dà valore alla presenza come all'assenza e pertanto sa chi incontrare. L'attesa è di chi si sa ascoltare.

L'amore, il sogno antico di Dio

Ci aggrappiamo all'amore nei giorni freddi, come fosse l'unico albero nella steppa desolata. L'amore è tutto. È riempimento, è cominciamento. È il sole portato fuori dal cantuccio dell'anima. È ciò che resta, l'essenza che non passa tra le luci dello stordimento. È il fuoco che arde ma non brucia e non lascia secchi.

Sogno e illusione. I luoghi dell'inganno

Chi sogna è sempre dentro la sua casa. Anche chi protegge esprime e suscita tenerezza. La tenerezza degli angeli si esprime nei sogni che sono non aspettativa o rifugio, ma tessuto della nostra anima.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001