Il muro nella Natura
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Il muro nella Natura

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Foto by Marisa Pezzini
Foto by Marisa Pezzini

 

In futuro Cristo verrà con la spada a separare l'Uomo dalla Bestia e quei tempi sono ormai presenti. Già vent'anni fa e più qualcuno ammoniva che la società del futuro sarebbe stata costituita da vaccinati e non vaccinati e che una linea di demarcazione li avrebbe separati per sempre.

Il fatidico muro ritorna a farci intendere che ogni manomissione arbitraria e lucrosa, perpetrata a danno della Natura genera conflitti anche all'interno della Natura stessa e di tutte le specie viventi. È dimostrato che un orso femmina tenuto in ambiente diverso da quello suo naturale, non riconosce più la prole. Lo snaturamento dell'uomo programmato e realizzato anche per via vaccinale anti Covid produrrà una società di straniti, pseudo alieni, potenzialmente pericolosi anche sotto il profilo della psiche. Nessuno sa cosa potrebbe innescare questa categoria di vaccini, quali comportamenti e con quale grado di aggressività. Il dramma è già entrato in scena e purtroppo la scena è la vita di tutti.

Chi è  in un ambiente di lavoro o famigliare dove sono vaccinati, può proteggersi quanto vuole ma sarà sempre esposto a gravi rischi di contrarre Covid e altre patologie molto più serie. Leggetevi quanto riportato dalla documentazione medico scientifica e state alla larga dai virologi ormai veri e propi divi della televisione. Il futuro prevede una linea retta a separare i vaccinati molti dei quali avranno vita breve, dai non vaccinati, molti dei quali condurranno una vita longeva e dignitosa. Fu spiegato molto bene anche da virologi di fama mondiale più  di vent'anni fa. Tra questi il primo in assoluto che è  Montagnier.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001