La tradizione lunare e l'amplesso del Tutto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

La tradizione lunare e l'amplesso del Tutto

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Donna seduta - George Lemmen
Donna seduta - George Lemmen

 

La donna è Terra e Materia. Quindi, Madre. C'insegna a compiere i primi passi e in quanto a questo è passato, presente e futuro.

Grazie alla Luce collochiamo le cose nel loro giusto posto. Questa c'insegna pertanto a pensare. È bello il legame archetipico suggerito dagli anglici "to think: pensare" e "thing" cosa. Il Pensiero è il prodotto dell'attività principale dell'uomo che riflette e riflettendosi nel mondo empirico, avvia il processo della conoscenza. La conoscenza in salita proviene dall'indietro e dal di sotto e dal legame con le radici. I termini anglici su riportati conducono alla stessa radice del dio egizio Toth, dio lunare, espressione della Sapienza che si esprime anche attraverso le Scienze Matematiche. È il dio dell'emozionalità e questo ci dice molto, coerentemente al rapporto tra il pensiero e la realtà. Emozionandoci comprendiamo le cose dal di dentro e la struttura aritmetico geometrica delle cose.

È interessante come partendo da ciò, l'uomo sia giunto alla comprensione della rappresentazione di Dio e del suo lato immanente che lo fa essere in tutte le cose. È questo il tratto distintivo della dimensione lunare che cura e guida la tradizione dei raccolti e indirizza dall'interno ogni forma di vita. Con il trionfo della cultura solare, l'Aritmetica è diventata assoluta, ossia disgiunta da ogni osservazione applicata sul Reale, assestandosi sul piano della pura cerebralità e allontanando sempre più l'uomo dai meccanismi sottili che determinano la realtà empirica. La Luna sul piano archetipico è fondamentale per stabilire quei legami intrinseci alle cose, indagabili solo per via magica, come ha sottolineato a suo tempo Giordano Bruno nel "De Vinculis" allineandosi e andando ben oltre le posizioni raggiunte dai Neoplatonisti e dai cultori della Legge del Wyrd.

La Luna è empatica e abbraccia, mentre del sole è lo smembramento del Tutto. La Luna abbraccia il Tutto e lo sostiene secondo gli equilibri delle sue leggi. La Luna contiene e sostiene il Tutto attraverso le sue molteplici vie rappresentate dalla Dea Ecate. E il dio Toth di questo ci racconta, disvelandoci la strada per la comprensione del termine "Tutto" che a lui s'ispira e da lui discende.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001