Nella fugacità del regno sospeso
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Nella fugacità del regno sospeso

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Foto by Marisa Pezzini
Foto by Marisa Pezzini

 

L'inenarrabile per noi è lo svolgersi delle nuvole in quell'equilibrio precario di pesantezza e leggerezza. Anche lì dove il mare è assente, le nuvole ce lo riconducono, a volte in stormi di cavalloni impazziti.

È la presenza dell'acqua in tutte le cose a renderci fluidi come melodie effuse lungo i sentieri vergini dell'anima e a ricordarci che abbiamo bisogno di sostanza per imprimere il nostro passaggio sulla crosta della vita.

Il cielo è cura e riconduzione dell'invisibile a noi che spesso lo lasciamo andare al di fuori di noi. In quest'epoca di latente spiritualità, il cielo ci può ricondurre alle valli bianche, inesplorate che giacciono come sedimenti di immagini da noi richiamate.

Che cos'è la vita se non una sequenza di richiami ad essere e ad esserci? Oggigiorno, è più facile che avvenga l'esserci. Ci siamo per un'opera di bene, un sorriso... per ovviare alla quotidianità calpestata. Non costa nulla, ripetiamo, un bacio... un abbraccio... dato e ricevuto. È la dimensione dell'esserci, altro dall'essere che invece richiede impegno e ricerca e studio, ci chiede di ripristinare quel dialogo interrotto tra il soggetto e il mondo.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001