La casa e sue rappresentazioni
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

La casa e sue rappresentazioni

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
William Ladd Taylor - Hark! Hark! The Lark!
William Ladd Taylor - Hark! Hark! The Lark!

 

Abbattono le case popolari ma non si conosce abusivismo che attacchi le ville dei potenti. Accade vicino Napoli, intere famiglie finite per strada mentre i loro sogni si sbriciolano sotto i colpi delle ruspe.

Appartamenti comprati col sudore da coppie semplici che pur di vivere sotto lo stesso tetto e mettere su famiglia, avevano ripiegato sull'acquisto di case sottocosto ma confortevoli. Una casa non è solo muri e pareti. È il mondo della gente semplice. È l'involucro dei nostri sogni. Lo sfondo a fotografie mai scattate e che ci portiamo dentro sottoforma di ricordi. Una casa è la piccola patria che ci accoglie. È tempio e altare. Luogo di contrattazioni e mercato dove ci si offre ma anche si acquista. È il luogo dove impariamo a svolgere le prime mansioni. Per la donna il primo lavoro è quello che svolge in casa. La casa è nascita e tramonto delle bambole. È la maestra di bimbi e bambine che verranno immessi nel mondo. Nutrendo l'anima, nutriamo anche la nostra casa. Siamo case innanzitutto, nei primi passi di vita e case ritorneremo, rivisitando le stanze della memoria in luogo dell'ultimo tramonto.

L'essere umano è una casa che ospita tanti ambienti e forme di vita. Siamo stati tirati su dal fango come tempio dello spirito. Siamo case che ospitano l'alito di Dio e la fioritura del tempo. La casa in muratura è quanto più ci rappresenta. Noi fango, cenere ritorneremo, bruciati dalla vita o consumati dall'estenuante attesa di vivere. Al culmine delle stagioni dell'ultimo giro. Case che cedono da sole sotto il peso degli anni e dell'incuria e case che muoiono brutalmente abbattute. Opere di Dio non da tutti gradite e rispettate. Le case ci rappresentano nel loro destino. Inconsapevolmente le seguiamo e imitiamo. Casa vuota è lo studio dell'artista dove sbizzarrire la fantasia e allevare il culto delle immagini. Il Cosmo tutto è casa e casa anche l'alba che fa sognare un davanzale di rose rosse mentre all'interno riposa la notte.

Casa è tutto. È il fulmine che rovescia dal cielo le radici abbaglianti di un albero vero che si scontrerà con la terra. Ogni cosa ci ospiti: forma, fantasia, edificio... è casa e noi la sua sostanza.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001