Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Lun, Nov
0 New Articles

Abbiamo 170 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

la Fede e l'orientamento della vita

la Fede e l'orientamento della vita

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nel precedente articolo (Il caso e la morte) ho parlato della morte come prodotto culturale che si riflette nelle regole sociali. Sono proprio queste a stabilire nei rapporti amorosi clandestini il tempo della loro durata.

Two elegant peacocks tile mural 18x18
Two elegant peacocks tile mural 18x18"

 

La parola morte e' di fatto legata nella sua accezione latina Mors-mortis all'etimo Mor-moris che significa costume, moda, usanza. La morte e' quindi collegata allo sviluppo sociale di una comunita' che ne traccia l'origine come pure le ambizioni di superamento e sconfitta. La morte e' pertanto dissoluzione a cui si contrappone l'amore che obbedisce invece alla volonta' di superare ogni regola e convenzione. A-more risulta infatti significare senza morte perche' superamento di ogni costume elaborato dalla societa'. E' obbedienza alla Natura che ha in se' il germe dell'eternita' e della transmutazione sulle ali del tempo.

Il dinamismo non e' pertanto in conflitto con l'esigenza d'immortalita' insita nella Natura e in tutte le sue creature. Si cambia mantenendo intatte le radici e il proprio dna strutturale, cosi' come l'indole innata.

Le questioni rimaste insolute nell'infanzia orientano la nostra vita. Ma a volte, il Destino è più forte e questa forza che s'impone alle nostre scelte può essere definita Fede.

La parola Morale fa riferimento a un carattere proprio e specifico dell'essere umano, che viene coltivato in base agli stimoli che egli riceve dal contorno e che hanno l'obiettivo di portare in superficie i suoi tratti connaturati e quindi sani. Immorale e' colui all'opposto che si allontana dalla legge di Natura inscritta in ogni cosa. Allo stesso modo risulta amorale cio' che non rientra nel processo di formazione di crescita di un individuo.

L'imprinting che egli riceve e le sue conseguenti risposte possono segnare il corso del suo destino al quale la vita, intesa come superamento di ogni convenzione e quindi nel suo fluire intenso e spontaneo della Natura, puo' porre rimedio. La Fede pertanto puo' essere intesa come lo slancio che la vita possiede verso il futuro, slancio che noi liberamente assecondiamo e al quale diamo il nome di Vita.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2