Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
24
Gio, Gen
0 New Articles

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
home-1-ads-fsp-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-fsp-art-001

Le risorse dell'essere

Marc Chagall, Innamorati con margherite

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'immaginazione è volo felice ma anche disperazione. Ci conduce al di fuori di noi, ma nello stesso tempo a nostra insaputa al nostro centro

Marc Chagall, Innamorati con margherite
Marc Chagall, Innamorati con margherite

 

È una porta che apre e chiude e di cui non possiamo fare a meno. L'immaginazione serve a nutrire lo spirito e la mente, e nella capacità individuale a gestirla risiede la maturità della coscienza. I bambini volano ma sono molto più vicini a se stessi di noi adulti che utilizziamo la fantasia per spingerci lontano e così facendo ci disperdiamo, pur avendo un bagaglio di esperienze maggiore che però ci isola.

Allora, alla luce di quanto sopra scritto,l'ignoranza non sarebbe forse mancanza di consapevolezza? e dunque l'immaginazione non e’ forse figlia di una maturita’ distratta nel momento in cui la cerchiamo per allontanarci dalle nostre responsabilita’? Fantasia e immaginazione qui si dividono. La fantasia e’ un'uscita che parla il linguaggio dell’essere, l’immaginazione invece e’ ricerca dell’alienazione. Con quest’ultima si confrontano i giovani di oggi facilmente attaccabili da tutto cio’ che profuce stati alterati della coscienza da loro rifuggita e affatto indagata. La decadenza dell’arte e della musica fossilizza questo bisogno di fuga dal quale spesso non si ritorna se non profondamente deviati. La fantasia compagna dell’arte, nonche’ sua ispiratrice, propone un mondo migliore col quale confrontarsi e con cui provare a rendere tangibile il volo. Al contrario, l’alienazione e’figlia di una realta’ grigia e ostile alla quale si fa ritorno con un volo in picchiata. È un circolo vizioso che risucchia e ingabbia.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
article-botton-ads-fsp-art-002

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001