Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
22
Lun, Lug
Annunci AdSense
home-1-ads-fsp-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-fsp-art-001

Dignita’ e umilta’. Orientamenti della costruzione

Dignita’ e umilta’. Orientamenti della costruzione

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L’illimitato e’ sinonimo di liberta’ e di riempimento. Si ha oggi la percezione che impiegando al massimo il proprio tempo, si raggiunga la pienezza esistenziale che consentirebbe di superare ogni frustrazione.

Eugenio Viti, Il Libro Bianco, 1926
Eugenio Viti, Il Libro Bianco, 1926

 

La realta’ pero’ e’ un ‘altra. Contrariamente a quanto si crede, non e’ menandosi a capofitto in una qualsiasi attivita’ che si colmano i vuoti interiori e infatti, la bulimia del fare accompagnata da uno stile di vita frenetico lascia aperte le ferite determinate dall’insoddisfazione esistenziale. Non sempre il caos e’ costruttivo. Per colmare i vuoti dell’anima e’importante l’impegno a portare il buio ove c'è troppa luce, onde evitare che disperazione e dispersione si facciano strada dentro di noi.

Il confronto con se stessi spaventa perche’ ci conduce a verita’ inaccettabili. Alla base di questa incontrovertibile realta’ c’e’ il disconoscimento della dignita’ personale come incommensurabile valore. La dignita’ e’ il primo principio che dovrebbe essere non tanto insegnato quanto recuperato dall’interno dell’individuo che alla luce di tale operazione diviene persona.

La dignita’ e’ il fiore che sboccia nel deserto dell’antetempore, premessa ad ogni azione e traguardo umani.

Oggi la dignita’ e’ assopita all'ombra delle virtù inserite in una nuova ottica che le vede scavalcate dalle qualita’ individuali poste al servizio del successo. La dignità ha come unico obiettivo la realizzazione della persona e non dell'individuo, e fiorisce dove c'è l'umiltà che rende fertile e produttiva l’interiorita’ umana.

Se la societa’ del profitto tende a cancellare la cultura del limite tramite una frenetica ricerca del successo, la persona riconosce al contrario, in base alla consapevolezza e al disvelamento del valore della dignita’ che le sono proprie, la facolta’ di salvaguardare quei limiti in relazione con la decenza e ogni principio etico. La polverizzazione dell'etica vede oggi la confusione tra principi morali e moralismo inculcato ad uso strumentale col fine di ottenere in ambito sociale dei risultati che frenino l’evoluzione della persona stessa. Ed e’ su questo punto che s’infiamma il dissidio tra individualita’ e individualismo, facendo sì che la prima venga assorbita e neutralizzata dal secondo al fine di renderci tutti governabili.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

VIDEO: Sed frustra, il segreto di Giordano Bruno

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001