Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
19
Dom, Mag
Annunci AdSense
home-1-ads-fsp-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-fsp-art-001

Svegli nel sogno di qualcuno

Svegli nel sogno di qualcuno

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'amore è nutrimento. Nella vita alla base delle lezioni c'è il prendere e il dare in un'ottica di scambio reciproco e la Natura nei suoi tempi ci viene incontro insegnandolo.

Alfons Mucha, Le quattro stagioni
Alfons Mucha, Le quattro stagioni

 

Le stagioni sono pitture dell'anima rappresentative di questo scambio che sta a noi percepire e ricambiare.

L'inverno prende e la primavera invece dona. L'estate e l'autunno rispettivamente sono prendere e lasciare. L’estate e’ orgogliosa, furibonda e viziata come una donna pretenziosa che vuole tutto per se’. L’autunno invece è lasciar andare a seguito di una riflessione profonda della vita. La primavera e’ amorevole come una mamma che disseta. Al calice della stagione fertile ci accostiamo come un bimbo che prende il latte dalla madre e in cambio dona la sua presenza.

Siamo vivi se siamo presenti. Oggi sempre piu’ distratti andiamo lungo una via che ci guarda sballottare. Essere svegli è essere presenti, eppure nessun adulto e’ più presente di un bimbo che osserva la vita nel suo svolgersi tra una boccata e l'altra di sonno. Siamo sempre svegli perché assorbiti da faccende e incombenze varie, eppure camminiamo sedati da una vita che ci sfugge e non riusciamo ad acchiappare. Ed eccoci allora svegli negli occhi dolenti di chi perdiamo, dopo aver perso l’istante opportuno. Cio’ che è opportuno lo stabilisce il disegno del destino, un ricamo nel cielo che noi non piu’ guardiamo, corrotti come siamo dalla solidita’ che è distrazione.

Essere svegli nel sogno di qualcuno e’ l’aspirazione piu’ grande a cui in silenzio aneliamo tutti. Il bisogno di realizzare il ricamo del destino che spesso ci sfugge di mano.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

VIDEO: Sed frustra, il segreto di Giordano Bruno

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001