Il seme della Speranza
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
01
Mar, Dic

Il seme della Speranza

Il seme della Speranza

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il tempo vissuto e trascorso senz'amore è sempre e comunque sprecato.

Rupert Bunny - An idyll, 1901
Rupert Bunny - An idyll, 1901

 

Chi si lascia per un nonnulla e chi spera sempre e comunque perché la speranza è il motore della vita ed è alimentata dall'amore. È il germoglio che la madre coltiva nel suo grembo, ed il seme dell'uomo che trova casa nella donna. Senza la speranza non saremmo che esseri invalidi perché senza cuore. Automi meccanici, e l'alba e il tramonto non disegnerebbero il nostro sguardo. Senza speranza non ci sarebbe arte e tutto sarebbe senza essere. L'alba spera di farsi giorno, la pianta ha in sé il desiderio di fiorire. L'animale ha in sé il suo fine di procreare e deporre il seme affinché il domani si faccia vivo. La speranza è desiderio e progetto che si avvera nel presente. È la storia disegnata prima di farsi vissuto e scrittura. Il mio sogno non potrà baciarti senza la speranza. Il mio respiro vagherebbe nel corso immutato del cielo. La speranza è fede e concentrazione di tutto ciò che è necessario nella preghiera al cielo e alla terra. La speranza sa ciò che si nasconde dietro il rigore della vista e sbilancia il cuore oltre l'orizzonte. Sa che esisto perché io schiumo in lei mentre la vita passa... come fa l'onda che s'incide nella sabbia a riva e diventa spuma.

La speranza è nel grido di una donna seduta al davanzale. E' l'urlo sommesso di chi è straziato dentro ma trova sempre l'orecchio giusto che si materializza nel tempo per ascoltarla. La Speranza non tradisce il cuore, è il viaggio.

Ciò che siamo, ciò che facciamo e ciò a cui tendiamo, non passano inosservati al cielo che realizza oltre noi in chi verrà il desiderio da noi riposto come sussurro, gemito di gioia o pianto.

L'amore è credere oltre la speranza.

Siamo noi e chi verrà oltre noi. La speranza è anche questo.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.