Il Presente nel cuore
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
28
Sab, Nov

Il Presente nel cuore

Il Presente nel cuore

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ciò che accade, spesso appare senza un motivo logico e senza una spiegazione che sul piano emotivo nel tempo rintracciamo come nesso che lega gli eventi.

Risultati di ricerca Risultati web  Clytie turning towards the sun by Thomas Matthews Rooke
              Clytie turning towards the sun by Thomas Matthews Rooke

 

Il cuore ha ragioni che la ragione non conosce. Se la ragione significa tempo, il cuore ha il suo scandire che la ragione non può conoscere perché essa da "ratio-rationis" non indica che una parte del tutto. Il cuore è la patria del passato e della rivisitazione, la ragione invece quella del presente che non ha la visione del tutto. Il passato è slancio e possibilità. Il presente è l'illusione e il tempo della logica che estrapola, in base a processi di causa ed effetto, utilità e funzionalità. Le persone limitate sono quelle concentrate sul presente. Incapaci di cogliere i meccanismi sottili tra le cose che corrispondono all'intelligenza del cuore. Abitare nel presente significa non sviluppare alcun ponte di empatia con se stessi innanzitutto, e neanche con l'esterno. Vuol dire anche non vedere oltre la Verità profonda che corrisponde al Futuro e al Passato.

Il cerchio dell'anima è un invito a riconsiderare il punto di arrivo quale estremità del viaggio coincidente col punto di partenza. È il Mito e ogni Mito abita il cuore. La civiltà odierna delimita, tiene conto del Tempo utile, ma il vero tempo è il presente del cuore che include passato e futuro. È riconoscere la luce nell'inverno. È sposare la dirittura d'arrivo già con l'impronta dello spirito che possediamo dalla nascita. È il canto corale delle tribù africane e la medaglia appesa al collo del neonato. È il segno sulla fronte che ci consacra al cielo. È il colore dello spirito che abbiamo estrapolato dal ponte dell'arcobaleno scendendo sulla terra.

Non dimentichiamo che il nostro futuro è luce e che la luce gli occhi del corpo non possono coglierla, perché legati al presente. Siamo dell'aurora, del passato della vita che si affaccia dalle balze dei colli. Nell'alba è il respiro del giorno che viene ma non tutti riescono a sentirlo. Il sole d'inverno è in ogni traccia possibile, un dono di luce che si fa silenzio nel poeta, mutismo in chi non segue il cuore. E nel cuore tutto si riconduce all'unità, anche la terra con le sue onde. E mentre tu sei il cielo a me concesso, io me ne vado col cuore pulsante tra le stelle. Io nel mio Dio.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.