Il cuore e l'anima
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Il cuore e l'anima

Il cuore e l'anima

Amore Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il cuore è il mistero dei misteri. Custodisce tutto. È magico. Magia non significa forse anche custodire?

Il cuore e l'anima
Il cuore e l'anima

 

In un mondo che è aggressivo e propina aggressività gratuita, la Magia (da Imago, immagine) ci aiuta a carpire il senso profondo delle cose e a proteggerlo nel nostro scrigno segreto che è il cuore. Il cuore è il calderone che come il ventre per le cose materiali, conserva le preziosità della vita e le rende vive anche se tramontate. Il cuore d'oro indica proprio tale funzione di conservazione che al ventre è solitamente negata tranne che quando si fa culla di una nuova vita che nutre, e quindi come il cuore si correda di contenuti sacri.

Oggi si tende a parlare tanto di anima e poco di cuore che appare destinato al linguaggio popolare. Perché questo? Perché il cuore attraverso il riferimento al Sacro Cuore di Gesù, è come se avesse assunto una connotazione limitatamente religiosa che nutre la tradizione popolare. In più, l'impoverimento a cui è andata incontro questa umanità sotto il profilo dei contenuti, ha fatto sì che il Romanticismo decadesse a gusto mieloso e sdolcinato, perdendo così la sua valenza più nobile che lo ascrive a grande movimento di Pensiero riflesso nelle Arti e nella Letteratura.

Dov'è collocata l'anima? Gli ultimi studi a riguardo ci dicono che l'anima è ovunque, in tutto il corpo che rappresenta il microcosmo in rapporto all'Universo che contiene l'anima in ogni sua singola parte. L'anima pertanto è sostanza divina che ci pregna e che trasmettiamo di madre in figlio. L'anima è pertanto femminile solo nel nome, perché è in tutti gli individui e in tutte le cose. Altro è invece la consapevolezza che ci distingue dagli altri esseri viventi e che parrebbe collocata all'interno della ghiandola pineale.

Il cuore allora cos'è se non la sede di ogni vissuto accarezzato dall'anima? Non è dunque il cuore sede dell"anima ma di ogni esperienza, e pertanto luogo del ricordo che si fa presente rendendoci presenti a noi stessi. Quindi, il cuore è anche sede del nostro riflesso, perché terra di confronto con noi stessi nella quale germina il futuro.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001