''Preservare'' e ''Conservare'': i verbi d'Autunno
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Ven, Dic

''Preservare'' e ''Conservare'': i verbi d'Autunno

''Preservare'' e ''Conservare'': i verbi d'Autunno

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Si sta levando il fresco maestrale e mi giunge l'odore del mare che rinforza.

Memory by Elihu Vedder
Memory by Elihu Vedder

 

Prepariamoci a cambiare conservandoci e preservandoci dalle intemperie delle stagioni che verranno. Mettere a frutto l'anima è quanto ci chiede questa estate spodestata in tutta fretta dai primi vagiti d'autunno. Se abbiamo sbagliato qualcosa e non lo ricordiamo, ancora galleggia sulle onde deserte. È lì tra i flutti come una rosa spenta che aspetta il buio delle ore e la pioggia per rispuntare in noi.

È il tempo di ricordare le cose belle e di far mettere loro le radici prima che svengano pallide ai nostri piedi.

Ci sono incontri e momenti che vanno preservati, come si fa con i profumi che mandano in delirio l'anima andata in frantumi e i cui pezzi devono essere ricomposti nella giusta armonia. "Preservare"e "conservare" sono verbi dell'anima che va innaffiata con la pioggia che sgorga dagli occhi per acquisire la lucidità nel presente. Per questo dopo la distrazione calda, giunge il momento della perseveranza da applicare dedicandosi a se stessi. E della riservatezza, mentre le porte si richiudono e le finestre anche, al tempo che fuori ulula nero e impetuoso.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.