La solidita' del neutro
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

La solidita' del neutro

La solidita' del neutro

Amore Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il neutro è associato all'indefinibile che non ha chiarezza. Spesso è visto come attributo degli angeli che non hanno sesso.

Pittura olio arte astratta
Pittura olio arte astratta

 

In realtà, il neutro è il colore dei nostri giorni che mancano di sostanza e pertanto appaiono vacui e pesanti allo stesso tempo. Il colore neutro è opprimente come una casa incentrata su questa stessa tonalità, la tonalità del neutro che tanto va di moda oggi anche nel settore dell'abbigliamento e delle calzature. Prendiamo ad esempio le scarpe. Quelle comuni si adattano a tutte le esigenze ma ora come ora e proprio a tale scopo, mancano di buon gusto. Il neutro è il colore dell'adattabilità funzionale e pertanto è in contrasto con l'anima che dovrebbe avere un colore, una definizione opposta all'ambiguità del neutro.

"Come sopra così sotto" è già una definizione e ogni definizione implica una direzione e un cammino. Ognuno ha la sua stella e non riconoscerla è la strada per l'Inferno.

Nella tradizione popolare che ha perso la via della sacralità, Dioniso viene spesso associato al diavolo, perché dio della perdizione. In realtà la perdizione non ha nulla in comune con l'ebbrezza di cui Dioniso si fa promotore e testimone. L'ebbrezza è comunione col cielo rimanendo nell'ambito delle scelte secondo natura. Altro infatti, è da ritenersi lo stato di alterazione procurato dalle sostanze stupefacenti tanto in voga oggi. La condizione di alterazione della coscienza rincorsa dai giovani e non solo, è figlia del neutro in cui versa un'anima appesantita e solida, incapace di prendere la via in salita. Dioniso richiama nelle rappresentazioni gli angeli e il suo essere neutro è in realtà associabile alla fluidità della sostanza che ci spinge verso il Cielo attraverso la profondità insita nel cuore delle cose. Se pensiamo che il cuore di ogni cosa è fluido e nel vuoto danzano gli atomi, che il centro della terra è fluido come il cuore dei corpi celesti e che ogni forma di vita è figlia della danza tra opposti, allora ci poniamo in un'altra prospettiva di percezione e comprensione della realtà, che non è indagatoria, ma di empatico sentire e quindi, di comunanza.

Leggi la poesia: Al di la' delle cose neutre

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001