Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Mer, Nov
0 New Articles

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

La Solitudine e il Pensiero

La Solitudine e il Pensiero

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Le feste non per tutti sono occasione di gioia o di riavvicinamento, per molti significano doversi confrontare con quegli strappi dell'anima che accorpiamo nell'unico nome di Solitudine

Durante i momenti di gioia paradossalmente riaffiorano lagune dolorose con cui non vorremmo confrontarci mai. Chi è solo, diventa ancora più solo. La gioia degli altri ottunde la nostra realtà sentimentale e ci fa ciechi dinanzi alla luce. Ciò che vorremmo col cuore si traduce nel pensiero che crea la realtà che a noi si mostra.

La Solitudine e il Pensiero
La Solitudine e il Pensiero

 

Ma il pensiero non è luce, espansione, bensì costrizione e contrazione che ci porta a considerare la realtà in un'unica direzione. Ci sentiamo soli, non amati, perché pensiamo di non esserlo. Pensare equivale a credere, nella società del progresso. Pensare porta a realizzare, è questo che c'insegnano da sempre, ma a ben guardare la forma di pensiero che osserviamo non trasuda dal cuore, ma è emanazione della corteccia cerebrale attraverso cui transitiamo nelle coordinate spazio temporali che creano e disfano la nostra dimensione più umana.

Se provassimo a pensare col cuore, noteremmo quanta luce da noi non incamerata e abbracciata ci pervade. Nessuno è solo, c'è sempre qualcuno che gravita col suo sguardo dentro di noi. L'amore, per essere vero, non occorre che si realizzi nella dimensione a noi più conosciuta e nella quale ci sentiamo a casa, la dimensione razionale. Senza volerlo, ognuno di noi abita la casa di qualcuno, se soltanto lo sapessimo! e per saperlo basterebbe semplicemente sapersi ascoltare.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2