Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Nov
0 New Articles

Abbiamo 63 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

Il potere alchemico delle Scritture

Il potere alchemico delle Scritture

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Dio è tutte le cose e tutte le cose sono in lui, visibili e invisibili, percepibili e non.

Mosaico del Cristo Pantocratore. Capela Palatina (Palermo)
Mosaico del Cristo Pantocratore. Cappella Palatina (Palermo)

Dio è nella realtà che ognuno riesce a sentire, perché ogni cosa, anche soltanto percepita, esiste per mezzo di lui. In base a ciò possiamo quindi affermare che Dio è in ogni singolo sogno, in ogni proiezione interiore si affacci alla nostra coscienza perché anche li, nella nostra interiorità dimora la luce, una luce che non si disperde, ma resta concentrata affinché ne assimiliamo la sequenza di scene. Dio accede al nostro cuore e apre la porta alle nostre sensibilità più intime. Come in cielo cosi in terra, recita il Padre Nostro, sottintendendo anche l'altra corrispondenza spirituale: come a destra, cosi a sinistra, seguendo l'azione invasiva della luce, capace di creare simmetrie a più livelli. Tali considerazioni trovano espletamento nel segno della croce che evidenzia la riconduzione di ogni cosa a Dio e il riassorbimento del molteplice nella Sua unità.

La direzione, affinché questo processo avvenga, viene porta all'uomo dal tramite interposto tra costui e il Padre, tramite che è il Cristo. Io sono la via dice il Signore, una via diversa da tutte, perché splende della luce del Padre e dà un senso a tutte le cose. Compito del Cristo è riportare l'uomo alla sua unità che è in Dio, e perché ciò avvenga, l'uomo deve riconsiderare la sua origine terrena, umile nonché archetipica, primordiale.

Voi siete il sale della terra riporta il Vangelo di Matteo, dando al sale una valenza alchemica. Il sale è l'elemento della purificazione attraverso cui l'uomo compie il salto dal piano materico a quello divino, ritornando al Padre. Il Gesù storico qui rivela la sua natura cristica, unta del potere divino, come in altri passi delle Letture. Sta a noi scavare nella sua Parola per ricondurre alla Luce il suo senso più profondo, chiave di accesso alla nostra Redenzione.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2