Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
13
Mar, Nov
0 New Articles

Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

La notte e altri luoghi

La notte e altri luoghi

Amore e Psiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'amore è la notte. La certezza oltre ogni imprevedibile transitorietà.

Mariella Valori. Psiche, olio
Mariella Valori. Psiche, olio

Non ce ne accorgiamo ma la notte è sempre con noi a portata di mano. E' nell'istante in cui rivediamo un nostro affetto dopo tanto tempo e scopriamo i segni che la vita gli ha lasciato. E' quando rileggiamo un testo abbandonato nel cassetto, che avevamo rimosso e che sembra ora non appartenerci più. Allora la vita ci scorre intorno e se ne va col nome di presente. Qualcosa ci lascia e scava nell'anima solchi incolmabili di solitudine. Una domanda che non vorremmo mai pronunciare schiude la porta e origlia dentro di noi, costringendoci a un indomito confronto. Sono cambiate le circostanze, o è cambiato il nostro modo di percepire? La notte è la sfuggenza che ci attraversa e ci percuote aprendoci a nuovi stimoli che non sempre abbiamo la voglia di seguire.

La vecchiaia è il resoconto di un tempo che è andato, la sfioritura di ciò che abbiamo curato e accarezzato. Il dolore è una porta che chiude e apre allo stesso tempo nella certezza che ciò che è mutato, anche dopo inevitabili e decise trasformazioni, ci appartiene ancora. E' in noi e ci richiede l'immersione nella notte più nera in cui si accartocciano le forme e si distendono contenuti che non abbiamo ancora visitato, scompaginato, né tanto meno attraversato. La notte acquisisce allora il senso e lo spessore dell'esserci e dell'essere, nei misteri di una perseverante transizione dall'individuo definito ad altre forme. La traslitterazione che frammenta l'io conosciuto e glorifica i doni del cuore, il centro dell'essere che si espande all'orizzonte oltre ogni fittizio inganno.













Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2