Profilo biografico della pittrice Rita Saglietto
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Profilo biografico della pittrice Rita Saglietto

Interviste e Recensioni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Rita, a Genova-Nervi, con il suo cane pastore
Rita, a Genova-Nervi, con il suo cane pastore "CERVIER".

 

Nasce a Poggi di Imperia il 12 Agosto 1921 da famiglia di antiche origini liguri e tradizioni marinare. Compie in Imperia gli studi classici e successivamente si trasferisce a Genova ove frequenta i corsi di pittura tenuti presso l’Accademia Ligustica da Pietro Dodero.

Si perfeziona successivamente a Torino nel 1945 alla scuola di composizione di Felice Casorati con cui stringe solidi rapporti professionali di stima ed amicizia reciprochi.

Il suo esordio avviene a Genova nel 1947 con una collettiva presso la Galleria Genova. Nello stesso anno effettua un viaggio studio a Parigi con i pittori  Emilio Scanavino, Bixio,  Eugenio Carmi,  Enrico Accatino,  Rocco Borella  ed altri artisti genovesi della sua generazione; “a Parigi conobbe Picasso e in certi suoi quadri passò al cubismo sotto l’influenza del celebre pittore”(pag. 132 “per non dimenticare” A.Pallavicini).
Nel 1953 allestisce la sua prima mostra personale a la Spezia presso la Galleria Adel . Il suo breve percorso artistico è corredato di numerosi premi e riconoscimenti. Partecipa ad importanti rassegne espositive in Italia:

  • Olimpiadi della Gioventù Firenze-Praga (1947 )*
  • Mostra del disegno Roma-New York (1947)*
  • Francavilla al mare (1952)*
  • Quadriennale di Roma  - (1951,1955, 1959)
  • Quadriennale Torinese - (1955)
  • III Mostra Nazionale del Disegno - Reggio Emilia (1951)
  • Premio Bolzano di Pittura Femminile - (1951-1952). Nel ‘52 ottiene il Primo Premio con l’opera “Ballerina”
  • Biennale Internazionale del Mare - Genova (1951)
  • Premio Lerici - Lerici - (1952)
  • Premio Michetti - Francavilla a Mare - (1952-1955-1956-1958) Premio Tavolozza d’Argento nel ‘52 e ‘55
  • Borsa di Studio Repubblica Francese - (1952) Breve viaggio studio a Parigi
  • Premio Marzotto - Roma (1953-1956) - Premio acquisto dell’opera “Manichino” nella rassegna del ‘53
  • Soc. Promotrice di Belle Arti di Torino - Esp. Collettiva - 1953 Premio Spoleto - (1953-1955-1956-1957)
  • Premio Stirano - (1953)
  • Premio Esso - Roma (1953) - espone “Strade d’Italia”
  • Biennale Internazionale del Mare - Rimini (1953)
  • Premio Spoleto (1953) 
  • Premio Suzzara - Mantova (1953)
  • Mostra Regionale d’Arte - Genova - Palazzo dell’Accademia (1953)
  • Prima Mostra Biennale d’Arte Sacra - Bologna (1954-1956)
  • Esposizione Collettiva con Guido Basso e Luigi Navone Roma presso la Galleria Il Camino (1955)
  • Premio Fiorino - Firenze (1955-1956)
  • Premio AVIS - Genova (1956-1965)
  • Premio RAI - Roma (1956)
  • Premio TITANO - San Marino (1956)
  • Premio Sbarbaro - Albisola (1957)
  • Assegnata la "Mimosa d'oro" (1958)
  • Premio Delleani - Biella (1959)
  • Raduno Rodocanachi - Arenzano (1960-1962-1964)
  • Premio Marche - Ancona (1963)
  • Prima Rassegna di Pittura Ligure - Savona (1964) - Premiata con medaglia d’oro
  • Premio Pittura Città di Imperia - (1965-1966) - Primo premio nel ‘65 - Secondo premio nel 1966.
  • Mostra Personale a Milano presso la Galleria Gian Ferrari - (1966)

Negli anni successivi allestisce con successo mostre e partecipa ad esposizione collettive a Spotorno, Varazze, Bonassola, Genova.
Sue opere sono conservate presso il Museo Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze, nelle Raccolte del Comune di Genova, nella Pinacoteca Civica di Imperia  e nella Galleria Marzotto.
Si dedica anche alla scultura ma dal 1966 in poi è costretta a rallentare la sua attività artistica causa una grave malattia che la obbliga a frequenti ricoveri e cure specialistiche.
Si dedica anche alla poesia, ma muore prematuramente all’ età di 47 anni nel giorno di Natale del 1968.
Nel 1970 vengono pubblicate postume due raccolte di poesie: “poesie" Cappelli editore " e “Silenzi d’acque" proemio di Nino Pivetta ed. Ceschina”.

* fonte Arte-Stampa -Savona agosto 1966

 

Scarica il PDF della Recensione: Profilo_biografico_della_pittrice_Rita_Saglietto.pdf

Leggi anche: L'estasi come raccolto e luogo dell'essere. Le opere di Rita Saglietto

Link: https://www.ritasaglietto.it/

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.