Biografia. Roberto Zanetti
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Biografia. Roberto Zanetti

Interviste e Recensioni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Roberto Zanetti
Roberto Zanetti

 

Innamorato del blues, cultore del rock britannico, nasce come chitarrista di piccole realtà locali. La necessità di approfondimento della materia musicale lo porta a frequentare il conservatorio scegliendo il corso di direzione corale quale disciplina che gli permette di apprendere, insieme alla tecnica pianistica, l’armonia e la composizione. Nel 1991 consegue il diploma in Musica Corale e Direzione del coro presso il conservatorio E.F. Dall’Abaco di Verona sotto la guida del maestro Antonio Zanon.

L’approfondimento della cultura musicale afroamericana avviene presso la scuola civica musicale di Milano sotto la guida dei Maestri Enrico Intra e Sante Palumbo e prosegue con la frequenza di seminari e corsi specializzati (Umbria jazz, Barkley school of Boston “clinics”; Barry Harris workshops) che sono i catalizzatori di uno studio costante e assiduo delle sonorità jazz.Le due culture, classica e jazz, coesistono costantemente nel suo percorso professionale e lo vedono impegnato contemporaneamente nella direzione di cori e nella carriera di pianista leader di formazioni jazz. Collaterale e coadiuvante queste realtà è poi la sua attività di compositore e arrangiatore sia di musiche sacre in stile isoritmico e polifonico, sia di composizioni in stile blues e jazz, sperimentando anche composizioni che sono una vera e propria fusione delle due culture. Collabora con molti jazzisti italiani quali Angelo Peli, Valerio Abeni, Andrea Olivi, Lorenzo Conte, Bruno Marini, Mauro Ottolini, Luca Boscagin, Paolo Mappa e con il sassofonista americano Steve Potts. Gli incontri con il contrabbassista Luca Pisani nel 2006, e successivamente con il batterista Massimo Chiarella, rappresentano un punto fermo nella sua carriera, con questi musicisti stabilisce infatti una solida collaborazione che si traduce nell’incisione di un primo disco dedicato alla scuola musicale di Duke Ellington e Telonius Monk, dal titolo “My Monk” (2010, autoprodotto), che trova buoni riscontri nella stampa nazionale qualificata ed è abitualmente nella programmazione di radio specializzate internazionali. Nel 2014 il trio torna in sala d’incisione con la speciale partecipazione del sassofonista P. Tonolo per incidere “Minor Time”, selezionato tra i migliori album jazz usciti nel 2014. p ubblicato da Dodicilune Record e distribuito da IRD International. Nel 2016 esce per Catsound Record N.P.U-No Prohibition Unit sempre distribuito da IRD International.

TEATRO
Nel 2011, in collaborazione con il giovane attore e scrittore Nicolò Sordo, cura la messa in scena dello spettacolo teatrale “The Zizzi’s howl”, dove i migliori testi della letteratura “beat” si sposano con la musica jazz. Da questa esperienza è stato tratto un cortometraggio dall’omonimo titolo, per la regia di T. Passigato. (www.youtube.com/watch?v=cYweFztq9zY)
L’INSEGNAMENTO
Assidua è stata inoltre negli anni la sua attività di insegnante e divulgatore dello stile della musica afroamericana e della memoria storica ad essa legata, che ritiene fondamentali per i giovani che vogliano studiare la musica moderna. Rimane uno dei suoi obiettivi quello di arrivare a cogliere l’attenzione di un pubblico non abituato a sentire e capire le sonorità del Jazz.
Insegna dal 1987 pianoforte, armonia e composizione, presso la Scuola Civica Musicale di Verona, e dal 1997 presso il C.A.M. di San Giovanni Lupatoto.

 

ATTIVITA’ ARTISTICA

La carriera artistica lo vede attivo sia come autore che come esecutore nell’ambito della musica corale e nella musica afro-americana.

MUSICA
Le prime esperienze nell’ambito della musica afro-americana risalgono agli anni ’78 con formazioni blues in Italia.
Ha collaborato per quattro anni come arrangiatore e pianista con l’orchestra Big Band della Scuola B. Maderna.
Attualmente si esibisce in pubblico in locali specializzati o in rassegne proponendo la formazione del Trio, del Quartetto o del Quintetto.
E’ autore di composizioni regolarmente depositati presso la S.I.A.E..
E’ stato convocato frequentemente in festival, rassegne, club, enti, meeting e ricevimenti.
Nell’ambito della musica liturgica è Direttore del Coro presso la Parrocchia di Colà di Lazise.
Esegue composizioni e arrangiamenti per celebrazioni liturgiche.

TEATRO
Dal 2011, in collaborazione con il giovane attore e scrittore Nicolò Sordo,inizialmente cura la messa in scena dello spettacolo teatrale “The Zizzi’s howl”, dove i migliori testi della letteratura “beat” si sposano con la musica jazz. Da questa esperienza è stato tratto un cortometraggio dall’omonimo titolo, per la regia di T. Passigato. (www.youtube.com/watch?v=cYweFztq9zY).
Segue un progetto dedicato al regista Augusto Tretti dal titolo: “Augusto ha il potere negli occhi” attualmente in promozione.


Dal 1990 al 1995 lavora come musicista arrangiatore presso gli studi della Polirome (Via Manzoni, 22 S. Benedetto Po, MN).


PUBBLICAZIONI:

- ha pubblicato una serie di spartiti musicali per la Polirome (serie musica all’italiana e altro);

- ha pubblicato un testo per l' insegnamento della musica Jazz: "Guida didattica all' improvvisazione Jazz" edito dalla Nord Sound di Trento;

- ha redatto un testo per l' insegnamento della musica per principianti: "Solfeggio ritmico e cantato" adottato come testo guida dal Centro Formazione Musicale di S. Giovanni Lupatoto;

- ha pubblicato le trascrizioni per pianoforte e strumento solo del disco “Minor Time” edito da Klyo music.

INCISIONI:

1993: “Luky Reunion” (R: Zanetti, S. Bertasi, S: Bertasi) raccolta di brani Ragtime, registrazione presso lo studio Nalin di Verona;

1999: “Zizzi live” (R. Zanetti, S. Bertasi, L.Boscagin, B. Marini, M. Ottolini, C.Valbusa) registrazione dal vivo;

2003/2004: “Grooving Boogaloo” (R. Zanetti, A. Girardi, D. Recchia);

2007 : Paolo Centenari “La velocità”, Zanetti collabora come arrangiatore e strumentista;

2009 : “Garda Live” (Stive Potts, R.Zanetti M.Chiarella,L. Pisani);

2010 : “ My Monk” (R.Zanetti, M. Chiarella,L. Pisani)- autoprodotto;

2014 : “Minor Time” (R.Zanetti, M.Chiarella, L.Pisani ospite il saxofonista Pietro Tonolo) Dodicilune records, distribuito daIRD

2016 : “No Prohibition Unit” (R. Zanetti. V. Pontrndolfo, L. Pisani. M. Chiarella) Catsound Decords, distribuito da IRD

 

Leggi anche: Il Jazz di Roberto Zanetti. Guardando all'Africa, il rientro nella propria integrità

Link Roberto Zanetti: Facebook

VIDEO:

1) BUONGIORNO VERONA LIVE: ROBERTO ZANETTI

2) Mother Afrika 3 min 2

3) Mother Afrika (Intro)

 


 

 Per interviste e recensioni, info: +39 347 4029272

 

Link:

https://ilcentrotirreno.it/lafinestrasullospirito/interviste-e-recensioni.html 

https://ilcentrotirreno.it/lafinestrasullospirito/ 

https://ilcentrotirreno.it/sito/ 

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.