Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
17
Sab, Nov
0 New Articles

Abbiamo 386 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

Il Pensiero e il Sublime

Caspar David Friedrich, Una passeggiata al crepuscolo

Invito alla lettura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' tramite il confronto che l'uomo scopre se stesso.

Caspar David Friedrich, Una passeggiata al crepuscolo
Caspar David Friedrich, Una passeggiata al crepuscolo

Da sempre l'osservazione della bellezza espressa attraverso il paesaggio esteriore porta l'uomo a smussare l'antro della propria solitudine e a ritrovare Dio nella variegata e molteplice sfera del Creato. L'uomo insaziabile divoratore del tempo, e' riuscito a scalare le ripide pareti della riconosciuta imperfezione ricongiungendosi all'Assoluto non solo inteso come chimerica aspirazione, ma vissuto nei momenti in cui la bellezza lo ha scippato al ferraginoso lavorio del pensiero. Nel sublime metafora dinamica e libertaria dell'Assoluto, l'uomo incontra finalmente Dio. Lo sposa attraverso le poliedriche percezioni sensoriali che armonizzate tra loro sgretolano il pensiero accademico, scisso che vede l'uomo contrapposto a Dio. L'inconoscibile e' la chiave di accesso ai mondi attraverso il cordone del Mistero che congiunge il finito all'Infinito.

Scritti giovanili
Scritti giovanili

L'Infinito e' un anelito che solo tramite l'arte e i linguaggi della Natura l'uomo riesce ad assimilare. Il dualismo crolla con il suo carico secolarizzato di nozioni che fanno l'uomo fedele di una cieca mente. La mente e' luce indagatrice che annebbia e svapora il regno indomito delle percezioni, la sfera emozionale, incattivita e cstretta tra le grigie pareti ello studio analitico. Paradossalmente proprio con l'Illuminismo l'uomo e' andato via via intercettando il valore delle idealita' tramite l'adempimento di una serie di norme che hanno portato a riscoprire il valore della fratellanza sociale. I grandi temi e le grandi conquiste ottenute, da un lato hanno preparato il terreno a una nuova concezione di progresso in ambito sociopolitico, dall'altro hanno investito nuove frontiere. Il concetto di Stato raggiunge livelli ragguardevoli di maturita' al pari di una visione storica che con Hegel si fa sempre piu' consapevole. Parimenti le tenebre generate dall'abbaglio della Ragione,lasciano intravvedere nuove piste prima mai battute.

Aut-Aut
Aut-Aut

L'autunno e' bellezza ma anche cio' che prelude alla Morte. L'autunno come il crepuscolo tende all'indefinito che e' l'annientamento dell'oggi, dello scivolamento dell'istante nel Futuro. Basta questo a determinare l' angoscia che per Kierkeegard e' malinconia e patimento insieme.La notte apre i sigilli all'interiorita' nella quale l'uomo puo' riscoprire il contatto con Dio. L'antitesi 'uomo -Dio secondo il pensiero hegeliano, trova la sua risoluzione attraverso la voce di Kierkegaard discordante rispetto agli Accademici. La ridefinizione di Pensiero da lui enucleata anticipa per molti versi l'Esistenzialismo di Nietzsche e apre al mondo della psicanalisi. La Natura con la sua sconvolgenza, astrae l'uomo dal Pensiero e lo conduce a Dio. I pensieri sono nuvole che appannano e dipanano la coscienza che a sprazzi affiora nella sua nudita'. Attraverso il corpo, la fisicita' l'uomo incontra le realta' sottili nello smembramento di quella paralizzante agonia che egli, Kierkegaard, definisce angoscia e che anticipa la melanconia uggiosa degli Scapigliati.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2