Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
14
Mer, Nov
0 New Articles

Abbiamo 75 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

Il piano Gender. La fluidita' dei generi e il transumanesimo

Foto, Fashon Art di Toronto 2018

Invito alla lettura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Negli ultimi articoli mi sono soffermata sulla distruzione di ogni definizione e confine perpetrata dalla cultura egemonica della mondializzazione.

Foto, Fashon Art di Toronto 2018
Foto, Fashon Art di Toronto 2018

 

Il termine Sovranita' legato alla vecchia concezione di nazione va sgretolandosi con l'affermazione del neoprincipio di unica nazione a livello mondiale. Abbiamo visto come un ruolo determinante in questi processi di nuova visione della realta' sia stato assunto dai social con l'apporto dell'oramai irrefrenabile ingerenza dell'elettronica in qualsiasi attivita'. Il concetto di umanita' non solo sta cambiando radicalmente ma sta deviando dai suoi pilastri costitutivi, ossia da quell'assieme di valori che formano non solo il bagaglio di memoria storica, ma la nostra identita' nonche' sostanza. Il tutto per rendere l'umanita' sempre piu' governabile e malleabile.

Il passaggio dalla societa' fluida a quella plastica, ossia modellabile, e' inevitabile perche' favorito dai nuovi programmi didattico formativi che mirano a esercitare in modo coercitivo un nuovo imprinting antitetico a quello connaturato alla specie umana. Questo nuovo programma ben studiato a tavolino dai potenti del mondo, nonche' approvato in Italia nel 2012 dall'allora ministro del Lavoro Fornero, prende il nome di piano Gender. Esso comprende all'interno un assieme di regole presentate velatamente sotto l'astuta forma di piano innovativo per una buona scuola efficiente e moderna e un vero e proprio programma chiamato, e cito adesso le testuali parole Strategia Nazionale per la Prevenzione e il Contrasto delle Discriminazioni basate sull'Orientamento Sessuale e sull'Identita' di Genere. Una mappatura dettagliata punto per punto di tutti i luoghi identitari dell'essere vivente inteso come individuo persona sui quali intervenire drasticamente gia' nella prima infanzia. La strategia nazionale passa col nome di LGBT (Lesbiche gay bisex transessualli) e nasce dall'Uffico Regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) edella BZgA (Centro Federale per l'Educazione alla Salute, Germania-Colonia 2010).

Queste grandi organizzazioni appena citate hanno stilato sulle basi di quanto dichiarato dalla World Association for Sexual Health (WAS) sulla salute sessuale un vero e proprio manuale allo scopo di salvaguardare la salute e la conoscenza sessuale degli individui gia' nei primi anni di vita. Un vero e proprio schema da osservare e che orienta l'indirizzo formativo gia' negli asili e scuole d'infanzia. Dietro questo paravento di nobili finalita' si nasconde l'obiettivo' delle grandi organizzaioni mondiali con a capo l'OMS di smantellare l'apparato di certezze e di plasmare a partire dalla sfera sessuale i bambini anime innocenti. Questo imprinting esercitato coercitivamente che lede i diritti dell'infanzia e di ogni singolo individuo viene perpetrato attraverso giochi di scambio sessuale da far fare ai bambini gia' in prima eta' (il programma e' infatti indirizzato alla fascia di eta' 0-4anni) con annessi giochi finalizzati alla conoscenza del proprio corpo attraverso masturbazione e quant'altro concerne la stimolazione degli organi sessuali.

Tutto questo mentre in Occidente la piaga della pedofilia si allarga a macchia d'olio, costellata da sempre piu' crescenti casi di scomparsa di minori. E' evidente che l'interesse della manipolazione di questa umanita' per renderla duttile e governabile travalica ogni principio etico a salvaguardia della dignita' della persona e non ha nulla a che vedere con i casi di omosessualita' congenita o decisa dall'individuo in prima persona. Ci troviamo dinanzi a un processo di massa teso alla destabiizzazione dell'umanita' avviata v erso un nuovo orizzonte in cui tutto sara' programmato e l'individuo inteso come una scatola vuota da riempire di finti valori a discapito della gente comune e a totale vantaggio dei nostri rappresentanti di governo. La lotta all'omofobia e alla xenofobia e' in realta' la lotta all'umanita' concepita nel senso tradziionale del termine, in viaggio verso l'era sconosciuta del transumanesimo. La demolizione della famiglia nel senso tradizionale del termine e la sostituzione delle figure di padre e madre con la formula genitore 1 e 2 e' l'inizio di un percorso ben programmato di affidamento degli individui gia' in tenera eta' alla custodia e formazione da parte di istituzioni che li manipoleranno con un meticoloso e deviante lavaggio del cervello.

Unisex
Unisex

Sul piano Gender ci sarebbe ancora molto da dire, ma a chi volesse approfondire l'argomento consiglio il testo Unisex. Cancellare l'identita' sessuale: la nuova arma della manipolazione globale di Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta.

Anche la fisica attuale e tutto il comparto delle sperimentazioni di ricerca sono invischiate nel piano Gender tramite le Fondazioni a loro volta connesse ai potentati economici e governativi mondiali. L'effetto della globalizzaione si e' di fatti abbattuto sulle teorie della Fisica Quantistica a proposito degli Infiniti Mondi e degli Universi Paralleli incanalando le recenti scoperte nelle varie ipotesi di realizzazione degli individui tramite la transessualità. I media e la moda non sono esenti dalla manipolazione in atto e difatti ci propinano modelli di donne androgine e di uomini effeminati, attraverso il linguaggio dell'immagine sicuramente più efficace e immediato di quello verbale.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia. Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2