Il disordine in vista del nuovo ordine. Recupero e smentite del Sistema vigente
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Il disordine in vista del nuovo ordine. Recupero e smentite del Sistema vigente

l'Opinione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Il disordine in vista del nuovo ordine. Recupero e smentite del Sistema vigente
Il disordine in vista del nuovo ordine. Recupero e smentite del Sistema vigente

 

Questa pandemia ha sovvertito gli equilibri preesistenti, lasciando emergere il vero volto delle cose. È servita a dividere in orizzontale gli intelligenti che avevano bisogno di conferme in quanto spesso attaccati dalla moltitudine che detiene lo scettro della verità associata al potere, dai ciechi sudditi degli strilloni di piazza. Lo vediamo da quanto sta accadendo nel Chiesa scaldata dal clima sociale e dall' egemonia della Sanità.

La gente inizia a comprendere e a proprie spese i provvedimenti stanziati da un Governo sempre più alle strette da una dittatura sanitaria di stima globale. Eppure, tanti giochi sono alla conclusione, a iniziare dalle nuove posizioni assunte da una Chiesa ora più che mai e per proprie scelte, messa a dura prova dall'imperialismo immigrazionista e islamista. Ritorna in auge il richiamo alla messa in latino tanto cara al fu Ratzinger e tanto bersagliata dall'attuale Bergoglio. Dei due papi al momento non sembra essere sul podio nessuno e a dettare legge sarebbe il conservatorismo di chi teme di perdere i suoi poteri con l'avanzata del nuovo assetto socio politico mondialista. A fare i conti è il partenariato radical chic a favore del Ddl Zan che vorrebbe ammodernare la società, riproponendo la linea della confusione e del meticciato non solo razziale.

Sta cambiando il vento e se ne sta accorgendo per primo Bergoglio utilizzato fino a qualche mese fa per le sue estrose innovazioni sociopolitiche e ora messo nell'angolino proprio da chi lo aveva usato a mo' di soldatino ubbidiente. Quanto era stato stabilito è stato realizzato. Lo scopo del meticciato razziale sociale e quanto attuato con la fantomatica pandemia. L'obiettivo principale? L'azzeramento dei diritti dei lavoratori come stabilito dalla nuova dittatura "mafiosa" cinese a cui Di Maio e le sue stelle si sono genuflessi.

Ora che col reddito di cittadinanza sindacati ed enti di previdenza sociale hanno tirato i remi in barca, tutto può ritornare come prima. I nuovi schiavi non serve più importarli e i nuovi alleati sono ritornati ad essere nemici. A fare le spese di tutto questo? L'ambiente di sicuro. La coscienza ambientalista radical chic sta presentando i suoi frutti non digeribili da chi è sensibile e non per partito preso alle problematiche ambientali. Mascherine in acqua e tanto altro sono agli occhi di tutti e rivelano quanta pochezza esista in chi non vede la salute in seria correlazione con una responsabile politica green svincolata dagli interessi politici e mirata alla salvaguardia concreta del pianeta. Vogliamo parlare poi dello scandalo vaccini e delle tossine liberate proprio dai fans dell'anti Covid? Proprio da coloro che a sporcare sono i primi e che non si fanno scrupoli a contrastare chi dibatte e seriamente contro le posizioni assunte dai virologi a capo del CTS.

Una nuova coscienza si sta affacciando e sarebbe pure ora! A iniziare dall'ordine rimesso in campo e necessario a smantellare quegli indigeribilii luoghi comuni che vedrebbero a capo della mentalità a sostegno dell'ambiente le Sinistre, quasi fossero loro le titolate alla salvaguardare il pianeta. E così, laddove il confronto con la concretezza è stato reso possibile, i fatti le smentiscono in pieno.

C'è voluto Salvini l'altra sera in tivù a mettere in chiaro quanto sta accadendo in Calabria dove con la passata amministrazione regionale di Sinistra l'erogazione dell'acqua potabile era stata affidata a ditte private, alla Sorical nello specifico. Da quando la regione è passata sotto il Governo della Destra, l'acqua è tornata ad essere pubblica, ad eccezione di quei comuni amministrati ancora dalla Sinistra.

Finalmente possiamo iniziare a credere che la confusione alimentata da una ideologia perversa, incominci a far trasparire lo stato di cose nella sua nitidezza come accade all'acqua agitata per bene che, recuperato il suo equilibrio, ritorna più trasparente di prima, riportando alla vista di tutti contenuti e fondale.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001