I monopattini, quale sicurezza?
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

I monopattini, quale sicurezza?

l'Opinione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
I monopattini, quale sicurezza?
I monopattini, quale sicurezza?

  

Sono il simbolo del nuovo degrado urbano svincolato dalle già  precarie regolamentazioni della viabilità. Servono ai ragazzini per gareggiare tra loro come sullo skateboard, e ai borseggiatori.

Rendono ancora più  insopportabile la vivibilità  nelle grandi città  al fine di invogliarne ulteriormente lo spopolamento e quindi  di alleggerire i guadagni di negozi e attività lì presenti, portandoli al fallimento e alla chiusura.  L'intento dell'attuale politica mondialista non dimentichiamo che  è quello di dirottare il flusso dei consumatori verso gli acquisti online. Diciamo pure che il monopattino è l'evoluzione della bicicletta cinese per abituarci, sotto il pretesto del rispetto verso l'ambiente e le politiche green, a un contenimento degli spostamenti che rientra nella strategia del controllo degli individui. Non è casuale infatti, che il monopattino sia stato incoraggiato.proprio dalla campagna di restrizioni anti Covid. Il monopattino è  il simbolo dell'avvicinamento dell'Italia a  5Stelle alle politiche cinesi e alla sudditanza voluta dal governo Conte  al Comunismo Giallo siglata  attraverso il patto della via della Seta.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.

Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-fsp-cca-001