Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Nov
0 New Articles

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online

Annunci AdSense
Home 1
Annunci AdSense
art-top

RIFLESSIONI: ''Vignetta Charlie Hebdo su Amatrice. Sabina Guzzanti: "Io non mi unisco alla condanna. Vignetta di Charlie sul terremoto perfetta. Quella su Allah una str....''

RIFLESSIONI: ''Vignetta Charlie Hebdo su Amatrice. Sabina Guzzanti: "Io non mi unisco alla condanna. Vignetta di Charlie sul terremoto perfetta. Quella su Allah una str....''

l'Opinione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Gentile signora Guzzanti, non sono mai stata una sua particolare estimatrice, ma al di là dei gusti personali, non ho mai ritenuto fino ad oggi che lei abbia peccato di superficialità o di aver reso una lettura parziale dei fatti.

Sabina Guzzanti, Charlie Hebdo
Sabina Guzzanti, Charlie Hebdo

 

Al di là dell'ostentazione mediatica di cui lei si serve, nonostante l'avversione resa pubblica a un certo tipo di TV che definisco di consumo, oggi, a proposito della vignetta satirica francese, mi permetto di dire che mi ha proprio delusa e non per aver preso le difese del giornale, ma per la superficialità con cui ha considerato il caso.

Non è da lei, mi perdoni, affrontare il quadro complesso delle fragilità socio politiche che flagellano l'Italia, accusando frange di criminalità che pure hanno il loro peso, ma che non sono senza dubbio l'unico cancro di questo meraviglioso Paese. Puntare il dito contro la mafia, lo trovo assolutamente riduttivo e, a rigor di cronaca, di scarsa professionalità, non solo, ma avvalla un'opinione della nostra Italia che, a mo'di barzelletta, tende ad affossarci dietro a uno stereotipo che ormai ci calza a pennello. Ma per caso, non era proprio lei a parlare di trame occulte e quant'altro, riguardo il sistema Italia con ripercussioni tragiche sul terremoto che sconvolse L'Aquila? E allora?

Forse sarebbe più opportuno abbandonarsi al silenzio meditativo, non solo per onorare i defunti, ma perché, come si suol dire, prima di parlare e fare notizia, è bene affrontare se stessi nella dura operazione di autocritica, per non incorrere nrl rischio di gettare benzina sul fuoco e, allo stesso tempo, di distruggere la propria indelebile immagine.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Redazione

Annunci AdSense
art-bot

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar
Annunci AdSense
sidebar
Ti potrebbero interessare anche:
home 2