L'uomo di tutte
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

L'uomo di tutte

L'uomo di tutte

Impronte di Poesia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Nessuno nasce immune all'amore, ma c'è chi cade nella travolgenza e da lì non ritorna più. Lì resta trafitto per sempre dalla dimensione sognante che fa non amare le cose per come sono, ma per il loro alone di magia.

C'è l'uomo che regala briciole e l'illusione di una notte venduta a caro prezzo. Con il cuore in ordine se ne torna a casa, vuoto di tutto ma con una speranza che guarda lontano. Come fosse un poeta bambino.

Pascal Adolphe Jean Dagnan-Bouveret - Orpheus Sorrow ca 1876
Pascal Adolphe Jean Dagnan-Bouveret - Orpheus Sorrow ca 1876

 


L'uomo di tutte

Pari a un funambolo
è l'uomo di tutte.
Si mantiene in equilibrio
senza ombrello,
sicuro di non cadere
nel vuoto di un amplesso,
nella pace tra i seni di una donna.
Senza ricordi e
intimità segrete
salta sfuggente e elegante
da un marciapiede all'altro,
per ficcarsi in un sontuoso portone
o nel buio di un vecchio androne.
Non restano impronte dietro di lui,
ma la scia di un profumo
che contiene tante cose, 
ma sono vuote le tasche dei ricordi.

Mentre sale agile su per le scale,
lo spio dalla finestra della vita
e attendo in lui un errore, una striscia,
una riga.
Qualcosa che non splenda,
il segno del suo cuore rapito
che dall'alto della fune
lo guidi verso di me
che aspetto una vita per vivere.

Che mi darai mai?
Il tuo cuore sgualcito
non ancora tradito.
Quel profumo di nuovo
mai del tutto sbiadito
che è mio
dalla notte dei tempi,
nel vecchio baule
da allora al riparo
e che ancora
ti perseguita.

Ippolita Sicoli

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.