Di colpo a pensarmi
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Di colpo a pensarmi

Di colpo a pensarmi

Impronte di Poesia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' insito nell'amore quel fluttuare tra le cose più elevate per incontrarsi e toccarsi come un fatto fortuito che non profuma del caso ma di ciò che segue il corso giusto della vita. L'amore è sacro quello vero, e giusto. Il senso di giustizia opera con l'amore e nell'amore in rapporto al corso delle cose che non invertono il loro cammino sotto la spinta di una forza inopportuna che agisce dall'esterno.

Cortile a giardino con figure, effetto di sole, noto anche come La piccola fioraia, 1862, olio su tela, Filippo Carcano
Cortile a giardino con figure, effetto di sole, noto anche come La piccola fioraia, 1862, olio su tela, Filippo Carcano

 

L'amore è cosa buona e giusta. Questo pensiero è nelle nostre Scritture obbedienti alla visione immanente di un Dio che opera in campo alchemico ed ermetico agendo dall'interno e quindi è capace di compiere grandi cose. È di Colui che si è fatto piccolo per essere il granello di sabbia, la particella più irrisoria dell'atomo per mezzo della quale lavorare la materia dal suo interno.

L'umiltà è obbedienza nel sentirsi parte all'interno di un disegno più grande, guidato dall'amore che compie il suo senso a iniziare dal gesto più piccolo che avviene all'interno della coppia. Ma è in rapporto alla distanza che l'amore tra un uomo e una donna schiude la propria magnificenza e il pensiero trasporta e rende vivo ciò che è vero e che la mente coglie come irreale. La Natura agisce e si fa veicolo,messo viaggiatore di un sentimento a cui la fisicità s'inchina per toccare l'Assoluto. L'amore tra i vivi scopre la vulnerabilità della materia che piega ai propri piedi come avviene in un'anima trapassato che tutto può avendo sconfitto lo spazio e il tempo, anche sdraiarsi di fianco al letto del proprio amore.

L'amore in questo è assoluto. Sciolto da ogni vincolo che lo releghi a questa o a quella esperienza, a questo o a quel regno agendo così in piena autonomia e libertà. In questo è la magia dell'amore che viaggia e avvicina rievocando e seminando impronte riconoscibili e assolutamente non confondibili perché il cuore che lo richiama sa e gli appartiene.

 

Di colpo a pensarmi

Mi piace pensare
che una foglia che cadendo mi sfiora
è la tua carezza lontana,
che il passo solitario
di chi abita all'altro piano
è il tuo corpo che viene a cercarmi.
Che la pianta creduta morta
sulla terrazza
di colpo getti un fiore
regalandomi il tuo sorriso.
E mentre avanzo lungo la strada
di mattina avverto
l'insostituibilità della tua presenza
anche se è assenza,
mortificante assenza.
E mi metto a pensare girando
intorno allo stesso pensiero
come un passero intorno al nido
che quando dormi e il mio squillo ti sveglia,
che quando guidi e il click
del mio messaggio ti riscuote,
che quando sei per strada
o a far la spesa
la mia presenza improvvisa
è sempre per te
come
l'incontro più bello
che ritorna ogni giorno
e sempre,
facendoti sentire appagato
in quell'istante,
grato della tua vita.

Ippolita Sicoli

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.