Tu, albero
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Tu, albero

Impronte di Poesia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Parco del serio. foto by Claudio Scandelli opèra
Parco del serio. foto by Claudio Scandelli opèra

 

Siamo memorie e il frutto di trasposizioni. Pur restando ancorati al luogo dove risiediamo, possiamo tingerci di luce, come anche imbrigliarci nel fango e nel dolore. E mai sapremo, quanto chi amiamo è  realmente parte del nostro presente dove siamo a seguito dell'aver trasvolato, o intimo passato che ritorna. La creatività  in questo si sprigiona. Nel nostro rendere speciale e unico ciò  che la vita ci rimanda allo scopo di donarci  noi a nostra volta e di donare altre possibilità. 

Siamo finestre sul già vissuto e condotto a volte astrusamente, altre bizzarramente giusto per metterci alla prova. Siamo alberi e lo siamo per davvero, nella prospettiva di donarci per affermarci, e intanto ci tendiamo e in questa tensione diamo forma a noi stessi.

 

Alberi

Il sacro dio del passato,
il sacro arcano troneggia
e tesse reti nel cielo,
mosaici di meravigliose vedute.
Non esistono più
le nubi di un tempo,
e fili di fumo bianco percorrono e
uniscono estremità sfuggenti.
Tu albero,
tumulo di ricordi antichi,
guardiano di insolute memorie,
tu sei il greve labirinto del cielo,
caduto e rapito
dalla mano che t'implora.

Ippolita Sicoli

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.