Non privarmi di te
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Non privarmi di te

Impronte di Poesia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Non privarmi di te
Non privarmi di te

 

Il due è una costruzione complicata che ha per tetto le fondamenta del cielo. È una casa che ogni tanto scricchiola, con una tegola posta sulla sommità che dà slancio e regge il tutto. Il due è armonia nelle imperfezioni e l'accordo speciale, unico, prezioso che mantiene vivo il senso dell'unione.

 

Non privarmi di te

Non privarmi di te,
qualora i miei occhi guizzassero
come pesciolini lucidi
nell'inganno di un mare calmo,
non privarmi di te.
Arriverà il tempo
di un sapore estivo
che dilata le distanze e porta a spianare
orizzonti di libertà.
Anche allora,
non privarmi di te.
Qualora dovessi sentire la necessità
di separarmi dal mondo
e scalare la cima
aprendomi un varco tra gli alberi,
non privarmi di te,
stammi dietro,
con l'affanno,
col muso per aria nella salita.
Perdona il mio distacco
e raggiungimi,
perché nel silenzio ci sono parole
che non si osano pronunciare.

Tu stammi dietro
sempre,
anche qualora dovessi perdermi
nei fuochi fatui della mia mente
o svanire nelle illusioni delle nuvole.
Non farmi mai sentire che non ci sono
o che abito i fantasmi della morte.
Sono io
e semmai dovessi scordare le note del mio nome,
tu stringimi
e non farmi andare,
perché sei tu
il mio cappotto dei lunghi inverni.

Ippolita Sicoli

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Ippolita Sicoli
Author: Ippolita SicoliWebsite: http://lafinestrasullospirito.it
Responsabile del Settore Cultura del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Docente della Federiciana Università Popolare, Specializzata in Discipline Esoteriche, Antropologia, Eziologia e Mitologia, ha partecipato in qualità di relatrice a convegni e conferenze. Ha pubblicato le seguenti opere: “Il canto di Yvion - Viaggio oltre il silenzio” prima edizione Wip Edizioni 2003, seconda edizione Ma.Per. Editrice 2014. Il romanzo “Storia di Ilaria e della sua stella” Edizioni Akroamatikos 2008. La raccolta di racconti per ragazzi “Storie di pecore e maghi” Ed. Albatros 2010. Il romanzo “Il solco nella pietra” Editore Mannarino 2012. Il saggio antropologico “Nel ventre della luce” Carratelli Editore 2014.