Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 

22
Dom, Lug

Abbiamo 153 visitatori online

Annunci AdSense
article-top
Annunci AdSense
article-top

Le vertigini nelle persone con fibromialgia

Le vertigini nelle persone con fibromialgia

Articoli Nutrizione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Le vertigini non sono un sintomo presente in tutte le persone con fibromialgia, si riscontrano, ad ogni modo, in molte di loro.

Le vertigini nelle persone con fibromialgia
Le vertigini nelle persone con fibromialgia

 

Il sintomo

Molte delle persone fibromialgiche che ho conosciuto nel corso degli anni mi hanno riferito, tra i vari sintomi, anche le vertigini. Vengono definite vertigini ma in realtà consistono in sensazioni di instabilità, di precarietà della postura e di sbandamento, che prendono il nome di pseudo-vertigini o dizziness, in quanto, in queste ultime, non si avverte la sensazione di rotazione dell’ambiente. Le vertigini in senso stretto, infatti, sono caratterizzate dalla sensazione che tutto l’ambiente intorno ruoti.

Le pseudo-vertigini sono causate da un’alterata informazione sensoriale che dai meccanocettori dei muscoli cervicali arriva ai nuclei vestibolari (nuclei cranici del nervo vestibolare); questa alterata informazione si ripercuote poi sul senso dell’equilibrio portando le persone ad avere addirittura la sensazione di cadere. Inoltre la pseudo-vertigine e la conseguente sensazione di instabilità, nelle persone fibromialgiche è molto più accentuata in quanto queste ultime hanno una soglia sensoriale più bassa rispetto a chi non manifesta tale patologia e tensioni continue dei muscoli cervicali.

Alcuni utili consigli

Alcuni semplici accorgimenti possono far diminuire questa sensazione come ad esempio: evitare di cambiare postura repentinamente, infatti anche il solo sollevarsi velocemente dal letto potrebbe causare questa fastidiosa sensazione, evitare le luci intense ma anche la tv ed il tablet e soprattutto, restare tranquilli quando queste si manifestano, agitarsi, infatti non farebbe altro che peggiorare la situazione.

Mantenere la calma è un requisito fondamentale nelle persone con fibromialgia in quanto in situazioni di agitazione e di ansia non solo si accentua la condizione di instabilità ma anche tutti gli altri sintomi.

 

Ho scritto e condiviso questo articolo
Francesco Garritano
Author: Francesco GarritanoWebsite: http://ilcentrotirreno.it/nutrizione/
Responsabile Scientifico del Supplemento NUTRIZIONE del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Biologo Nutrizionista e Professionista GIFT. Studio, Passione ed Esperienza per il benessere fisico-psichico dei miei pazienti! Nel 2003 conseguo la mia prima laurea in Chimica e tecnologia farmaceutiche, voto 110 su 110 e lode, con tesi di laurea in Biochimica Applicata che diventa pertanto la prima importante esperienza in campo farmaceutico. Nel 2007 ritorno “sui libri” per conseguire nel 2009 la seconda laurea in Scienze della Nutrizione con voto 110 su 110 e lode. Il passo seguente è l’abilitazione per avviarmi da subito alla professione di biologo nutrizionista. L’inizio di questa nuova avventura coincide con la seconda professione di docente e relatore in vari convegni su tutto il territorio nazionale, in quanto responsabile scientifico della NutriForm, società di formazione ed eventi.

Annunci AdSense
article-bototton
Annunci CT Partner
article-botton
Annunci Zanox
Banner luglio prezzo minimo garantito Image Banner 750 x 350
article-botton
Ti potrebbero interessare anche:
Annunci AdSense
ads-nut-tda-011-3