Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 

19
Lun, Nov
home-1-ads-nut-tda-006

Abbiamo 246 visitatori online

Annunci AdSense
article-top-ads-nut-art-002

RENDE (COSENZA), si e' svolto il IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa''

RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia

Articoli Nutrizione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Dopo la grande attesa ed il grande riscontro sui social network e sui siti online dove sen'era tanto parlato.

RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' prima giornata
RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' prima giornata

Il 21 - 22 ottobre 2017 presso l’Hotel S. Francesco a Rende, si sono tenuti due giorni di congresso con entrata gratuita, organizzato dal dott. Francesco Garritano, biologo nutrizionista e responsabile GIFT per il Sud Italia aperto ai professionisti e non, sui temi dell’alimentazione e del benessere, che abbandonano il tradizionale percorso delle calorie per rivolgere invece l’attenzione ad un quadro generale dell’organismo e ai sui segnali.

Un gruppo affiatato di professionisti Gift e non solo, provenienti dalle varie aree del sud Italia sono stati coordinati dal dott. Francesco Garritano. Il congresso è stato da tutti ritenuto un successo, in termini di partecipazione, molto alta in entrambe le giornate, ed in termini di interesse suscitato su tutti gli argomenti trattati.

Programma intenso e ben discusso, tanti ed importanti gli argomenti trattati.

Entrando nel dettaglio di come le due giornate si sono svolte, iniziamo con il dire che il convegno ha avviato i propri lavori con il saluto ai professionisti GIFT venuti dalle altre regioni con una breve introduzione dello stesso dott. Francesco Garritano, dopodiché ad aprire il congresso ci ha pensato lo spumeggiante dott. Luca Speciani il quale con “Le basi dell’alimentazione di segnale” ha spiegato come questo nuovo modo di approcciarsi al paziente si basa sulla cura delle patologie tramite una regolazione a livello ipotalamico, mette in evidenza le conseguenze delle diete ipocaloriche ed iperproteiche, ragionando insieme alla platea sui meccanismi biochimici che conducono non soltanto ad un rallentamento del metabolismo, ma anche ipertrigliceridemia, abbassamento delle difese immunitarie, riacquisizione dei chili persi in poco tempo ed altri danni che alterano l’omeostasi corporea. Il dottore spiega, quindi, che l’organismo per dimagrire deve essere in equilibrio, deve ripristinare le sue funzioni fisiologiche: prima guarire poi dimagrire.

Segue nella relazione la dott.ssa Monica Perotti che nel suo intervento “Ciclo mestruale e sue alterazioni” mette in evidenza come il trattamento delle disfunzioni del ciclo mestruale con l’estroprogestinico o con il progestinico sia da correlare ad un aumento della patologia ipertensiva, trombo – embolica ad aumento del rischio neoplastico, psichiatrico, allergico ed a un aumento della sintomatologia nelle patologie autoimmuni per attivazioni dei macrofagi. Con la relazione “Obesità, resistenza insulinica e PCOS”, che spiega il meccanismo tramite il quale le donne obese sono quelle maggiormente predisposte alla sindrome dell’ovaio policistico, poiché la resistenza insulinica, tipica del soggetto obeso, è una delle cause che spiega l’insorgenza della PCOS. La Dott.ssa spiega tramite diversi lavori scientifici come questa sindrome possa risolversi iniziando dalla colazione, abbondante ma soprattutto costituita da proteine, carboidrati integrali e fibre, al fine di mantenere la calma insulinica, per migliorare ciò che causa, quindi, la patologia che colpisce molte donne. 

VIDEO. L’epigenetica nell'era dell’inquinamento 3.0, dott. Guido Terziani

Segue il dott. Guido Terziani, Visit professor in discipline del benessere, che con “L’epigenetica nell’era dell’inquinamento 3.0 ” spiega come lo stile di vita moderno (cibo che mangiamo, fattori ambientali presenti a casa e sul lavoro) possa influenzare i geni e quindi incidere sul benessere generale dell’organismo, alterandolo. Il condizionamento dell’ambiente sull’espressione genica può essere valutata mediante una mappature degli indicatori epigenetici attraverso il sistema DigitalS- drive che usando i capelli, biomarker indistruttibili, consente di valutare come l’ambiente stia alterando il benessere generale e di avere un report nutrizionale di benessere personalizzato che consenta quindi di intervenire ripristinando lo stato di salute.

Il dottor Garritano con il suo intervento: ”Come ragionare in ottica di segnale: dalla teoria alla pratica” sottolinea, tra le altre cose, come l’adesione al cambiamento dello stile di vita proposto da GIFT, debba partire da una forte motivazione del paziente a voler cambiare, a non farsi condizionare dalle tante mode del momento che prospettano il raggiungimento di risultati strabilianti in poco tempo. Continua con lo spiegare  “Come il sonno influisce sullo sviluppo di infiammazione ed obesità”, che si sofferma su un aspetto indispensabile per il nostro benessere psicofisico: il sonno. Se si dorme otto ore al giorno, ma si dorme male, c’è qualcosa che non va e spesso è proprio l’obesità a causare un sonno disturbato, apnee notturne e malessere. Il dottore consiglia come risolvere il problema, innanzitutto, tramite l’intervento alimentare, poi seguendo alcuni consigli che regolano il nostro orologio biologico, allontanando i fattori di cronodistruzione.

La dott.ssa Guarini nella sua relazione “Caleidoscopio interiore” evidenzia come ogni persona che entra a contatto con un professionista, sia esso un medico o un altro specialista che si occupi di nutrizione, è una persona a se stante, nei confronti dei quali bisogna porsi con un senso di apertura, senza giudizio, cercando di instaurare un rapporto empatico che porti il paziente a sentirsi a proprio agio ed aprirsi. Inoltre si deve cercare di allontanare “il critico” dal paziente, cioè quella parte di ognuno di noi che ci accompagna sempre e rappresenta la nostra voce critica; si devono allontanare gli “automatismi”, cioè quei comportamenti che noi attuiamo senza accorgercene, e sostituirli con dei comportamenti disuabitatori (ad esempio sostituire il ”rientro a casa, apro il frigorifero e mangio” con “rientro a casa e faccio una telefonata ad una persona amica”). L’attuazione di questi meccanismi consente di far raggiungere al paziente l’obiettivo che si era preposto, sempre se al paziente venga dato il giusto “tempo” per poter attuare i cambiamenti richiesti. La pazienza deve essere pertanto una caratteristica che riguarda sì il paziente, ma nel contempo anche l’operatore che entra in contatto con lui.

L’intervento del dott. Bossio, medico anestesista che si occupa di terapia del dolore, racconta della sua esperienza e di come il venire a conoscenza della medicina di segnale e dei principi da essa applicati, abbia avvalorato la sua convinzione che si potesse agire sul dolore non solo somministrando farmaci di potenza diversa in base all’entità del dolore, ma che potesse agire con l’alimentazione. Facendo acquisire al paziente lo stile di vita GIFT, quindi migliorando il suo stato di salute generale, si riesce a controllare meglio il dolore.

Il dott. Vincenzo Pace, biologo nutrizionista , parla della sua esperienza di nutrizionista nel Crotone calcio e di come i successi ottenuti negli ultimi anni dalla squadra pitagorica siano stati il frutto dell’applicazione delle regole GIFT con un cambio radicale dello stile di vita degli atleti che sono seguiti nella loro quotidianità dalla colazione abbondante e sana fino alla cena.

Il dott. Daniele Vietti con “Stress ossidativo, omocisteina e oxiprolina”. Gli antiossidanti esogeni che assumiamo sono così utili? Si, se sono riutilizzati dagli antiossidanti endogeni. Infatti, il nostro organismo è in grado di difendersi dai radicali liberi, quando non ci riesce è perché è carente di difese antiossidanti esogene. Affinché gli antiossidanti esogeni possano funzionare correttamente, devono essere riutilizzati tramite il corretto funzionamento di quelli endogeni. Questi svolgono efficacemente il loro lavoro solo se abbiamo un buon equilibrio di minerali, micronutrienti indispensabili, che possono essere assunti tramite la dieta GIFT e l’utilizzo di integratori. Il veicolo ideale per l’integrazione minerale è l’amminoacido Oxiprolina, dimostrato da studi recenti. Il dottore conclude la relazione sottolineando l’importanza dell’equilibrio dei micronutrienti nell’organismo, molto spesso sottovalutati.

Il dott. Giorgio Natali con la relazione dal titolo “Odontoiatria e Nutrizione”, spiega l’importanza della dieta GIFT anche nella salute del cavo orale.Perché si forma la carie? Perché siamo abituati a consumare cibi morbidi, per lo più carboidrati non integrali, che fermentano e intaccano il cavo orale. Si è anche visto come un’alimentazione costituita da 3 pasti principali, bilanciati e con cereali integrali, abbiano migliorato la salute orale. Il dottore consiglia il mantenimento di una buona salute del cavo orale sia per evitare la carie, ma anche per il mantenimento di una buona postura, masticando lentamente e nel modo corretto.

La dott.ssa Giovanna Tranchida,  con l‘intervento “La cronobiologia dell’esercizio fisico”, sottolinea l’importanza del nostro orologio biologico anche quando si fa movimento. L’attività fisica ha bisogno di un equilibrio fra le diverse fasi che si susseguono durante la giornata, dettate dalla secrezione degli ormoni, quindi, dei segnali di cui parla la dieta del Dott. Speciani. Quando si perde l’equilibrio, chi può regolarizzare l’orologio biologico sono la luce e l’alimentazione GIFT, che segue la cronobiologia.

Il dott. Liborio Livio Quinto parla de “Il ciclo dell’omocisteina: il motore della salute”. Secondo il dottore, questo ciclo potrebbe essere considerato anche più importante del ciclo di Krebs, poiché i prodotti di questo ciclo sono coinvolti in diversi meccanismi fisiologici indispensabili per il nostro organismo. I livelli di omocisteina non devono essere alti, poiché in questo caso si alterano le strutture cellulari, mentre devono mantenersi bassi affinché possano verificarsi questi benefici. Per mantenere l’omocisteina bassa, importante un’alimentazione ricca di alcune vitamine e minerali come ad esempio la vitamina C, la B12, lo zinco, ecc.

Gli ultimi due interventi della giornata finale del congresso parlano di sport, ad esporre l’argomento sono il dott. Roberto Branca, chiropratico, e l’atleta Vincenzo Felicetti, che sottolineano come il movimento possa allungare la vita. L’attività fisica deve essere parte integrante del nostro quotidiano, per il raggiungimento del benessere psicofisico, accompagnata da una sana alimentazione, che riesca a fornire l’energia e la carica giusta, ma anche a preservare e tonificare il muscolo. 

Il congresso GIFT sud, ormai arrivato alla 4ª edizione, si conclude con la tavola rotonda, in cui diverse domande sono state poste dalla platea ai dottori che hanno partecipato alle due giornate.

 

Sistema S-drive CELL WELLEING
Sistema S-drive CELL WELLEING

 

Presentata una novità assoluta mondiale nel campo dell'epigenetica, infatti nel corso del suo intervento pomeridiano il dott. Garritano ha presentato in anteprima esclusiva per Sud il Sistema S-drive CELL WELLEING, mediante il quale si potrà avere una analisi e un  monitoraggio di quanto l'ambiente stia alterando il nostro benessere.

 

Il dott. Luca Speciani
Intervento del dott. Luca Speciani

La dott.ssa Monica Perotti
Intervento della dott.ssa Monica Perotti

Intervento del dott. Daniele Vietti
Intervento del dott. Daniele Vietti

Intervento del dott. Giorgio Natali
Intervento del dott. Giorgio Natali

Intervento del dott. Francesco Garritano
Intervento del dott. Francesco Garritano

Intervento della dott.ssa Giovanna Tranchida
Intervento della dott.ssa Giovanna Tranchida

Intervento del dott. Liborio Livio Quinto
Intervento del dott. Liborio Livio Quinto

Intervento del dott. Roberto Branca
Intervento del dott. Roberto Branca

Intervento dell’atleta Vincenzo Felicetti
Intervento dell’atleta Vincenzo Felicetti

RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' prima giornata
RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' prima giornata

RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' 21-22 ottobre
RENDE (COSENZA), IV Congresso Gift Sud Italia ''Il dimagrimento parte dalla testa'' 21-22 ottobre

Ho scritto e condiviso questo articolo
Author: Redazione

Annunci AdSense
article-bototton-ads-nut-art-001

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Nutrizione - Salute e Benessere
Notizie su nutrizione e alimentazione
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-nut-cca-001