Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 

14
Mer, Nov
home-1-ads-nut-tda-006

Abbiamo 121 visitatori online

Annunci AdSense
article-top-ads-nut-art-002

Dimagrire gradualmente per una prova costume perfetta!

Dimagrire gradualmente per una prova costume perfetta!

Articoli Nutrizione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Quanti di voi già pensano alla prova costume ed ai metodi repentini e poco duraturi ai quali ricorreranno per dimagrire? La maggior parte si affida ad aziende che distribuiscono frullati e pillole che contengono chissà cosa, finiscono per deperire e non dimagrire, ma sono contenti. Non sarebbe meglio, invece, iniziare già da adesso a mangiare bene per arrivare a giugno in splendida forma e con maggiori nozioni di educazione alimentare?

Dimagrire gradualmente per una prova costume perfetta!
Dimagrire gradualmente per una prova costume perfetta!

 

Ogni anno la stessa storia!

Eh già, ogni anno la stessa storia, gente che prende appuntamento a giugno per poter dimagrire 10 chili in un mese e che quando sente che il peso si deve perdere gradualmente non si presenta più al controllo. Chissà che fine farà questa persona?! Sicuramente si affiderà ad individui senza un titolo universitario, inesperti del settore o personal trainer che fingono di capire di nutrizione, quando in realtà il loro scopo è solo quello di vendere, vendere…e guadagnare. Sono diverse le aziende che ormai hanno preso piede in Italia, che reclutano ragazze o ragazzi inoccupati, promettendo loro un guadagno sicuro ed a piramide: più persone inserisci nell’azienda, più queste vendono, più chi li ha presentati guadagna.

Vi invito, quindi, a riflettere: un professionista della salute, biologo nutrizionista, dietista o dietologo, secondo voi ha lo stesso scopo di questi signori? Il nostro obiettivo è quello di prevenire o trattare patologie con l’alimentazione, prima vengono in aiuto gli alimenti, poi gli integratori qualora fosse necessario, ma tutti naturali e con l’obiettivo di ripristinare un equilibrio che solo gli alimenti non possono sistemare.

I frullati monopasto

Pensate di svegliarvi la mattina e di dover mangiare un frullato preparato con polverine in barattolo (cosa ci sarà mai? Vi invito a leggerne gli ingredienti per farvi un’idea) ed una fonte liquida, nient’altro; lo stesso a pranzo e magari anche a cena. Primo punto, questo sistema non ci insegna a mangiare ma resteremo sempre ignoranti in materia; punto due, non esiste differenza fra i pasti, tutti uguali e tutti “non pasti”; punto tre, ma perché bere frullati se siamo dotati di denti per masticare e di alimenti da assaporare che non fanno male alla salute?

Il problema delle persone sono i miracoli e la fretta, il vivere la dieta come uno stress, un qualcosa di diverso dal mangiare bene tutti i giorni, per cui cercano di dimagrire in fretta, per poi ricominciare a mangiare come prima, un effetto yo-yo voluto. Ma se mangiavamo in modo disastroso, continueremo a farlo anche dopo essere dimagriti.

Come dimagrire con risultati duraturi

Quando parlo di gradualità intendo fare in modo che l’organismo reagisca al cambio di abitudini che stiamo mettendo in atto e che prenda il suo tempo per perdere la massa grassa in eccesso. Quando i chili si perdono in fretta, purtroppo, il risultato è la pelle flaccida, il deperimento, la perdita di massa muscolare, perché non diamo il giusto apporto energetico all’organismo, che è costretto ad utilizzare le riserve del muscolo per mantenerci in vita. Succede questo anche perché non si accoppia alla dieta l’attività fisica, per cui il muscolo non si tonifica né incrementa.

Per dimagrire e permettere a noi stessi di capire il perché bisogna mangiare in un determinato modo, bisogna affidarsi ad un professionista del settore, in grado di insegnarci qualche nozione di educazione alimentare. Innanzitutto, la dieta deve essere normocalorica e normoproteica, ovvero contenere un’adeguata quantità di calorie e di proteine, e deve seguire la crononutrizione: se il nostro organismo è più propenso a bruciare maggiormente nella prima metà della giornata e meno la sera, significa che la nostra colazione dovrà essere abbondante, il pranzo intermedio e la cena leggera, solo così eviteremo di accumulare nei posti meno opportuni la cena abbondante del giorno prima.

Ma cosa mangiare ad ogni pasto? A colazione il frullato è consentito, certo, ma solo ed esclusivamente di frutta, insieme ad una fonte di carboidrati integrali ed a proteine di buona qualità, come quelle dell’uovo ad esempio. Non pensate che potrete dimagrire con una barretta caramellata (quindi contenente zuccheri) ed una spremuta, perché non ci sarebbe attivazione metabolica, né con un cornetto ed un cappuccino. La colazione deve essere il pasto principale, lo stimolo che arriva al nostro cervello e lo avvisa che abbiamo abbastanza energia, per cui l’eccesso può essere perso. I quattro veleni dell’alimentazione dovranno essere trattati come tali: zuccheri, farine raffinate, sale e latticini; i primi due dovranno essere completamente eliminati, mentre sale e latte dovranno essere limitati nella settimana, facendone un consumo razionale. Non dimentichiamo che la maggior parte dei prodotti venduti sul mercato contiene zuccheri nascosti o edulcoranti, pur essendo scritto sulla confezione senza zuccheri aggiunti, quindi prediligiamo i cibi semplici, magari preparati in casa, integrali e che sulla confezione riportano pochi ingredienti.

Ultimo step, ma non per ordine di importanza

Come si può pretendere di dimagrire senza fare un’attività fisica? È normale che i “coach”, così chiamati, non ne consigliano per non rischiare: come può una persona che si nutre con tre frullati al giorno avere l’energia necessaria muoversi per almeno un’ora al giorno? Mentre lo stile di vita che dovrebbe essere promosso, è quello accompagnato da costante attività fisica, sette giorni su sette, almeno un’ora al giorno. Non per forza bisognerà diventare degli atleti o sportivi, ma si può scegliere anche un tipo di movimento leggero, una camminata a passo alterno, un’oretta sul tapis roulant o sulla cyclette. Solo così perderemo massa grassa, ma non deperiremo, tonificando il muscolo e ottenendo risultati sorprendenti e duraturi.

Ho scritto e condiviso questo articolo
Francesco Garritano
Author: Francesco GarritanoWebsite: http://ilcentrotirreno.it/nutrizione/
Responsabile Scientifico del Supplemento NUTRIZIONE del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Biologo Nutrizionista e Professionista GIFT. Studio, Passione ed Esperienza per il benessere fisico-psichico dei miei pazienti! Nel 2003 conseguo la mia prima laurea in Chimica e tecnologia farmaceutiche, voto 110 su 110 e lode, con tesi di laurea in Biochimica Applicata che diventa pertanto la prima importante esperienza in campo farmaceutico. Nel 2007 ritorno “sui libri” per conseguire nel 2009 la seconda laurea in Scienze della Nutrizione con voto 110 su 110 e lode. Il passo seguente è l’abilitazione per avviarmi da subito alla professione di biologo nutrizionista. L’inizio di questa nuova avventura coincide con la seconda professione di docente e relatore in vari convegni su tutto il territorio nazionale, in quanto responsabile scientifico della NutriForm, società di formazione ed eventi.

Annunci AdSense
article-bototton-ads-nut-art-001

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Nutrizione - Salute e Benessere
Notizie su nutrizione e alimentazione
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-nut-cca-001