Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 

21
Mer, Nov
home-1-ads-nut-tda-006

Abbiamo 118 visitatori online

Annunci AdSense
article-top-ads-nut-art-002

Non privarti a Natale dei piaceri della tavola !!!!

Non privarti a Natale dei piaceri della tavola !!!!

Articoli Nutrizione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Probabilmente ancora sembra lontano, ma se si guarda con più attenzione nelle vetrine e si fa capolino nei negozi, il Natale è arrivato.

Il Natale, le feste, i regali, le luci, l’allegria, tutto fa gioire, ma c’è qualcosa, ogni volta che in questo periodo giunge, che porta anche scompiglio, perché da una parte le leccornie che si preparano sono tante e tutte invitanti, ma nel momento che si riflette anche al dopo festa, l’angoscia di poter prendere peso o di incrementare quello già presente può veramente scoraggiare. Il più delle volte la reazione a questa situazione è quello di privarsi di tutti i piacere della tavola, oppure, altre volte, l’atteggiamento invece è quello contrario, ossia abbuffarsi di tutto e poi dire“ Chi vivrà, vedrà!” In entrambi i casi si sbaglia, la privazione è uguale all’abbuffata, sono demoralizzanti e dannosi per il nostro corpo.

Cosa fare allora? Purtroppo ripeto spesso, che non esiste una bacchetta magica, e pretendere che in tutti le case dove ci recheremo, facciano i dolci con il miele e le farine integrali o che i pranzi e le cene saranno privi di paste sfoglie confezionate, sappiamo bene che tutto ciò è utopico. Tuttavia, si può partire per tempo e si può partire dalla nostra personale cucina, rivedendo i nostri menu, ma naturalmente senza dimenticarci di un solido percorso fisico che ci faccia sopportare meglio gli sbagli che sicuramente faremo nei momenti “clou”.

Parlare proprio ora di stile di vita costante sarebbe una forzatura, perché tutto quello che arriva sulle tavole natalizie non rispetta i criteri del cambiamento, ma comprenderlo aiuta nella scelta almeno del male minore. Innanzitutto bisogna adottare delle piccole precauzioni, e, cominciare a perdere peso nelle settimane precedenti ai giorni incriminati, farà si che la nuova linea ci incoraggi maggiormente a non buttare via il lavoro fatto. Non parliamo sicuramente di diete ipocaloriche, ma bensì di un sano ed equilibrato percorso nutrizionale, fatto di colazioni abbondanti, che contengano una giusta quantità proteica, ma anche un pranzo e una cena proporzionata, dove le tre componenti nutritive non devono mancare, come non deve mancare la decisione di convertirsi il più possibile all’integrale e abbandonare gli zuccheri raffinati.

Decidere poi di fare attività fisica potrebbe essere in alcuni casi l’ostacolo maggiore del cambiamento, probabilmente il freddo che avanza e la pigrizia insita in un corpo appesantito, può ostacolare le buone intenzioni, ma incoraggiarsi in tal senso è l’unica cosa che può sbloccare il metabolismo e aiutare il corpo a mettere massa muscolare perdendo massa magra. Gli altri accorgimenti di natura pratica sono bere di più, evitare tutto ciò che abbia zuccheri raffinati, limitare il sale, dormire con regolarità e affrontare il cambiamento con entusiasmo.

Sicuramente nei giorni in cui le leccornie prima citate saranno sotto i nostri occhi, in alcuni casi non sarà facile resistere, in altri casi si potrà decidere di assaggiarli, senza esagerare, e al ritorno a casa imperativo è tornare alle nostre abitudini corrette. Il consiglio che spesso do, è di fare largo uso di tisane depurative dopo ogni sbaglio o abbuffata fuori programma e naturalmente che le trasgressioni siano inferiori nettamente alle buone abitudini.

Quando finalmente il nostro corpo sarà entrato in perfetto equilibrio piccole deviazioni saranno facilmente rettificabili. La costanza e la volontà sono sicuramente le armi vincenti. Stare a dieta è un termine superato, ma fare attenzione è d’obbligo, Natale è un bel periodo, ogni regione presenta delle specialità che è giusto assaporare, inoltre è un’ottima occasione per poter sperimentare delle modifiche ai piatti originali e renderli più salutari e ugualmente appetibili e gustosi.

Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

il Nutrizionista risponde

Ho scritto e condiviso questo articolo
Francesco Garritano
Author: Francesco GarritanoWebsite: http://ilcentrotirreno.it/nutrizione/
Responsabile Scientifico del Supplemento NUTRIZIONE del quotidiano online "ilCentroTirreno.it"
Biologo Nutrizionista e Professionista GIFT. Studio, Passione ed Esperienza per il benessere fisico-psichico dei miei pazienti! Nel 2003 conseguo la mia prima laurea in Chimica e tecnologia farmaceutiche, voto 110 su 110 e lode, con tesi di laurea in Biochimica Applicata che diventa pertanto la prima importante esperienza in campo farmaceutico. Nel 2007 ritorno “sui libri” per conseguire nel 2009 la seconda laurea in Scienze della Nutrizione con voto 110 su 110 e lode. Il passo seguente è l’abilitazione per avviarmi da subito alla professione di biologo nutrizionista. L’inizio di questa nuova avventura coincide con la seconda professione di docente e relatore in vari convegni su tutto il territorio nazionale, in quanto responsabile scientifico della NutriForm, società di formazione ed eventi.

Annunci AdSense
article-bototton-ads-nut-art-001

Seguici anche su Facebook

Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Nutrizione - Salute e Benessere
Notizie su nutrizione e alimentazione
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-010
Annunci AdSense
sidebar-ads-nut-tda-011
Ti potrebbero interessare anche:
home-2-ads-nut-cca-001