Dopo averlo promosso per circa due mesi, finalmente si è svolto il congresso di “Alimentazione e Benessere: Alimentazione di segnale” con il Dottor Luca Speciani medico nutrizionista, coautore dell’impostazione alimentare Dieta Gift.

Il Dottor Luca Speciani è cosi arrivato in Calabria per il suo primo e speriamo non ultimo Convegno al Sud, giorno 1 e 2 marzo presso l’Hotel Royal a Cosenza e insieme al Dottor Speciani e ai professionisti Gift del meridione, si sono affrontati vari argomenti che ponevano l’attenzione sulla Dieta Gift e sui suoi risultati, testimoniati e supportati da studi scientifici e da vari professionisti del settore.

Non riesco a non entusiasmarmi per l’ottimo risultato ottenuto in termini di presenza, non solo di specialisti e cosiddetti addetti al lavoro, ma anche di gente comune che sono accorsi all’evento non solo per un ora, ma per l’intera durata delle due giornate, sinonimo questo che gli argomenti discussi hanno riscosso la meritata attenzione.

In effetti, entrando nel dettaglio, la giornata di sabato è stata inaugurata dallo stesso Dottor Speciani che con le sue parole ha dato input a tutto il resto. L’argomento di partenza è stata appunto la Dieta Gift quale dieta di segnale, dieta di cambiamento, dieta come riscoperta dei cibi naturali e integrali, dieta intesa non come rinuncia, bensì come riequilibrio, come abbandono del calcolo calorico a vantaggio di gradualità, individualità, flessibilità e tono.

L’idea è perdere peso ragionando e non rattristandosi dietro a pesate e a bilance, si è cercato di chiarire quali sono i principi alla base di Dieta Gift che ha come cardini per la sua attuazione tre importanti punti su cui dar vita a tutte le altre regole ossia: l’attivazione metabolica, la calma insulinica e la qualità dei nutrienti. Pubblicizzare uno stile di vita che ti dice di mangiare e non di dimezzare le quantità è di per se rivoluzionario, ma per essere sicuri di coinvolgere la platea sugli argomenti di cui si discuteva, oltre a citare studi scientifici che surrogassero le parole e i concetti del Dottor Speciani, sono arrivati gli altri relatori con altri argomenti anche essi di sicuro interesse, infatti, un argomento trattato, è stato il confronto con le altre diete presenti nel panorama dietologico.

Si è cercato di elencarne i vantaggi per quanto è stato possibile trovarne, ponendo l’attenzione sui benefici e sugli effetti negativi di questi regimi. Altro argomento è stato quello di far conoscere quelle molecole di segnale che intervengono nel processo di dimagrimento e che giustamente solo attraverso la loro stimolazione si può arrivare ad una sicura e duratura perdita di peso senza quell’effetto yo-yo, caratteristico della maggior parte dei regimi dietetici.

Naturalmente il Dottor Speciani non ha potuto trascurare degli esempi pratici di visita nutrizionale che lui e i vari professionisti Gift sul territorio effettuano, prima fra tutti l’utilizzo della Bioimpedenziometria e dei vantaggi che da una sua consultazione si possono ottenere per capire i movimenti che avvengono nel nostro corpo, in termini di massa grassa, massa magra ed acqua. Il contributo al processo di dimagrimento su cui si basa dieta Gift non poteva trascurare il ruolo delle intolleranze alimentari, anche perché nei concetti del Dottor Speciani fondamentale è l’infiammazione che il cibo, nonché l’importanza di recuperare questo stato di salute attraverso le rotazioni alimentari e la sostituzione per alcuni periodi di quegli stessi cibi che sono alla base dell’infiammazione e che possono ostacolare il dimagrimento.

Nella sessione pomeridiana del convegno il Dottor Speciani ha affrontato un argomento a cui lui è molto sensibile in quanto medico, ovvero la troppa facilità dei medici a prescrivere subito il farmaco senza cercare prima di risolvere il problema in maniera del tutto naturale. L’argomento è stato proprio quello di prevenire e curare alcune patologie senza i farmaci. Infine, ma non meno importanti, sono stati anche gli argomenti trattati successivamente ossia una relazione molto interessante tra sana alimentazione e odontoiatria e la presenza eccessiva di radicali liberi a cui bisogna far fronte.

Anche se una giornata è lunga gli argomenti trattati con competenza hanno tenuto coesa la platea e si è avuto tempo e voglia di affrontare anche discussioni e chiarimenti con lo stesso Dottor Speciani. Prima di parlare un po’ anche degli argomenti affrontanti domenica bisogna parlare di una iniziativa che ha suscitato interesse ma poca attuazione per problemi logistici e di orari, ma anche di abitudini che ancora nella città di Cosenza non sono presenti. L’iniziativa proposta è stata da noi ribattezzata “Corsa con il Dottore”, questa simpatico slogan voleva far aggregare i partecipanti al convegno alle abitudini del Dottor Speciani, ovvero alla sua amata corsa che non ha voluto trascurare neanche in questa lunga trasferta.

Il Dottor Speciani è un nutrizionista ma anche un discreto maratoneta ed è solito fare qualche km al giorno, e visto i tempi stretti del convegno, è parso logico fissare la corsetta al mattino, ma non tutti sono stati capaci di sostenere un’ora così insolita di attività fisica se poi si doveva seguire il congresso. Tutto questo dovrebbe dimostrare quanto il Dottor Speciani metta seriamente in pratica i concetti di un migliore stile di vita, ma in pratica all’avvio domenica mattina non erano in molti a sostenerlo. La speranza è che questa sua simpatica abitudine possa essere di esempio e di stimolo per tutti. Ritornando agli argomenti affrontati nel giorno di domenica, il Dottor Speciani ha continuato nel sostenere l’importanza di una medicina di segnale.

Interessante anche la relazione riguardante lo sport e come questa impostazione dietetica di segnale dia degli ottimi risultati negli sportivi. Il convegno si è concluso con un ultimo argomento che vede invece coniugare la dieta Gift con le emozioni che suscita il poter mangiare senza sentirsi in colpa. Come si può dedurre gli argomenti sono stati tutti interessanti e l’obiettivo di questi due giorni è stato quello di sottolineare che la strada del dimagrimento non passa attraverso la fame e la tristezza, ma attraverso un miglioramento dello stile di vita inteso sia come miglioramento della qualità del cibo accoppiato a della sana attività fisica.

Biologo Nutrizionista F.G. Per info telefonare al 347-2481194 emai: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.