Combattere la cellulite con l'alimentazione

Combattere la cellulite con l'alimentazione

Nel mondo dell’estetica si avverte molta confusione sulla definizione di cellulite, di grasso e sulle possibilità della chirurgia estetica per eliminare questi problemi.

Di fatto, gran parte delle donne tende a definire cellulite alcune dismorfie molto comuni del pannicolo adiposo. Irregolarità della pelle, piccoli avvallamenti circolari, pelle a materasso, a buccia d’arancia, noduli palpabili, visibili e a volte dolorosi al tatto vengono percepiti e relegati nella definizione quanto mai vaga di cellulite.

In realtà questa è clinicamente una vera e propria patologia del pannicolo adiposo che risulta infiammato e sclerotico e causa tutte le dismorfie elencate. Ma non è detto che a tali difetti corrisponda necessariamente la patologia cellulitica.

Tant’è che statisticamente la cellulite vera colpirebbe 2/3 delle donne, mentre il 95% affermerebbe di soffrirne. Al di là della vaghezza dei termini e della correttezza delle definizioni, comunque, alla donna che scopre la tipica buccia d’arancia sulle cosce importa soprattutto una cosa: eliminare il difetto! La cellulite può avere diverse cause: il grasso, la ritenzione idrica, una cattiva circolazione del sangue.

Per lottare contro questo fenomeno puoi farti fare dei massaggi linfodrenanti, praticare un’attività sportiva, usare una crema anticellulite, ma sappi che spesso cambiare alimentazione può bastare per risolvere il problema. La cellulite è causata da un’alimentazione povera di fibre ma ricca di glucidi e lipidi. Per farla sparire, quindi, devi seguire un’alimentazione più sana ed equilibrata.

Non devi per forza ridurre le quantità di cibo (farsi venire fame non serve a niente), ma solo fare scelte nutrizionali corrette. La prima cosa da fare per eliminare le scorie e i prodotti tossici prodotti dal nostro organismo è importantissimo idratarsi bevendo molta acqua. Inoltre evita:
- Gli alimenti come i dolci, i sughi molto grassi, tutto ciò che viene fritto nell’olio, le bibite gassate, gli alcolici, cioè tutti gli alimenti troppo ricchi di grassi
- riduci le quantità di sale per la ritenzione idrica in quanto il sale trattiene i liquidi, che occupando gli interstizi tra le cellule, ostacolando la circolazione. Evitare quindi di mangiare cibi che lo contengono: dadi da brodo, wurstel, salsicce, prosciutto affumicato, salse piccanti, cibi preconfezionati, biscotti, crackers, grissini, scatolame, formaggi stagionati, salumi ; per insaporire i tuoi piatti usa erbe e spezie, soprattutto il prezzemolo e la cipolla.
Consuma moderatamente:
- L’olio o il burro per cucinare. Fai cuocere la carne o il pesce alla griglia, al forno o al vapore. Concediti pure l’olio d’oliva, che contiene dei grassi di origine vegetale.
- Le verdure crude ricche di vitamine, sali minerali ed antiossidanti
Mangia soprattutto:
- Le proteine, contenute essenzialmente nelle carni bianche, nelle uova, perché contribuiscono allo sviluppo muscolare. Dato che sono magre, le proteine obbligano l’organismo ad andare a prendere l’energia nelle cellule grasse.
- Gli alimenti ricchi di ferro, come le lenticchie. Il ferro favorisce il trasporto dell’ossigeno nel sangue. Un calo del livello di ferro può provocare stanchezza e persino alcune anemie. Evita il caffè alla fine del pasto perché la caffeina assorbe il ferro.
- Il pesce e i frutti di mare, che contengono numerosi acidi grassi, tra cui i famosi omega 3. Questi alimenti hanno delle virtù antinfiammatorie e non gonfiano i tessuti.
- Il potassio stimola il drenaggio linfatico, cioè permette di decongestionare il tessuto adiposo (buccia d’arancia). Il potassio è contenuto nella frutta secca, nel lievito di birra e in alcune verdure a foglia verde.
- Gli alimenti integrali come la pasta, il riso, i cereali o il pane, perché assorbono le tossine e danno una sensazione di sazietà.
- La vitamina C, che si trova soprattutto nella frutta, poiché rinforza le pareti dei vasi sanguigni. Il kiwi può anche aiutarti a combattere lo stress e a migliorare il transito intestinale.
- I frutti rossi, da bere o da mangiare. Contengono la vitamina P che migliora la circolazione del sangue. Questi alimenti antiossidanti favoriscono anche la rigenerazione cellulare.

Biologo Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

il Nutrizionista risponde

 


il Centro Tirreno - Quotidiano online
TG Meteo
Meteo
il Centro Tirreno - Quotidiano online
Oroscopo
Oroscopo
Annunci AdSense
Sidebar-2-ads-ct-tda-003
Annunci AdSense
Sidebar-2-ads-ct-tda-003
Annunci AdSense
Sidebar-2-ads-ct-tda-003
Annunci AdSense
Sidebar-2-ads-ct-tda-003
Annunci AdSense
Sidebar-2-ads-ct-tda-003
Ti potrebbero interessare anche:
home-40-ads-ctp-cca-001