Sclerosi multipla e l'importanza di assumere gli omega 3Nel mio precedente articolo ho sottolineato come una dieta bilanciata e l’utilizzo di alimenti cosiddetti “antiinfiammatori”, possono dare dei notevoli benefici all’organismo.

Il punto è che l’infiammazione è un meccanismo che può presentarsi in qualsiasi parte del nostro corpo, a livello articolare o muscolare con evidenti manifestazioni, come il dolore, ma in altri casi, non sempre ci sono delle manifestazioni all’esterno, ma ciò non toglie che un processo infiammatorio non sia presente e che metta il paziente in una condizione di sentirsi in una perenne condizione di disaggio fisico.

Un aspetto di rilievo certo è che l’infiammazione nell’organismo può essere una delle cause dell’ingrassamento o del dimagrimento, ha effetti sul controllo del peso e può mandare in tilt il metabolismo, importante diventa riequilibrarsi anche con l’aiuto di cibi determinati.

Come per ogni cosa è dalla tavola imbandita che bisogna iniziare la prevenzione.

La volta scorsa abbiamo parlato della curcuma, ora possiamo parlare degli omega 3.

In generale gli omega 3, acidi grassi polinsaturi dalle numerose proprietà benefiche, sono da tutti conosciuti, li troviamo nella frutta secca, in alcuni tipi di pesce e nei semi di lino. Particolarmente indicato il consumo di mandorle che favoriscono il riequilibrio dei trigliceridi e riducono molte citochine infiammatorie, ma anche tanta frutta e verdura, come arance, ciliegie, melograni, mele, mirtilli, pompelmi, ma anche broccoli, carote, cavoli, cipolle, funghi shiitake, lattuga romana, peperoni e pomodori. Tuttavia è il pesce l’alimento fortemente consigliato, per le sue indiscutibili proprietà, dai molteplici effetti positivi, che tra l’altro permettono di di spazzare via il colesterolo cattivo. Alimentarsi 4-5 volte a settimana con del pesce come: salmone, tonno, sgombro o sardine, cuocerlo al vapore o in forno che mantenga cosi intatta le componenti nutritive è il mio consiglio.

Ma ritornando all’infiammazione dell’organismo, perché è così importante combatterla ? Semplicemente perché da numerosi studi è emerso che sono alla base di numerose malattie, come il morbo di Alzheimer, il morbo di Crohn, la sclerosi multipla o nei problemi cardiovascolari. Come detto per la curcuma anche gli Omega 3, combattono questo processo infiammatorio, svolgendo dunque un ruolo importante.

Come detto prima anche la frutta secca apporta omega 3 di tutto rispetto, ricca di grassi insaturi, ma non è solo la presenza degli omega-3 presenti anche nel pesce ad essere positivi, ma le sue proteine contengono poi un composto importante ai fini della prevenzione delle nostre arterie, che è l’arginina.

Inoltre nelle Noci e nella frutta secca in genere non bisogna dimenticare la presenza delle fibre alimentari, delle vitamine e dei Sali minerali.

In primis la vitamina E con grande potete antiossidante in grado di contrastare l’effetto dei radicali liberi che vengono prodotti in eccesso durante attività fisica e per chi ha una vita iperattiva e stressante.

Inoltre, c’è anche la presenza dell’Acido Folico che controlla la concentrazione nel sangue di fattori di rischio per la nostra salute. Il magnesio, fondamentale per molti processi metabolici, come trasmissione degli impulsi nervosi e muscolari, per attivare la contrazione muscolare e quindi il movimento. Invece tra i semi oleosi di rilievo vi sono i semi di lino, fonte eccezionale di Lignani (sostanze naturali indispensabili al nostro organismo per mantenere il cuore sano e migliorare il sistema immunitario, potenti anticancerogeni), e di acido alfa-linolenico, un acido grasso essenziale della famiglia degli omega-3. Ma per far sì che questi Omega 3 possano apportare le giuste dosi di salute al nostro organismo è anche opportuno limitare o eliminare l’assunzione di oli vegetali ricchi di omega 6 (oli di semi di girasole e di mais) o grassi insaturi idrogenati (biscotti, crackers, torte).

semi di lino possono essere assunsi anche come infuso per calmare le infiammazioni anche dell’apparato digerente e della pelle, oppure proprio sotto forma di olio di lino. Quindi in natura possiamo trovare benessere e sollievo attraverso dei cibi che prevengono o curano lo stato infiammatorio dell’organismo e senza che questo condizioni la sazietà e il gusto.

Biologo Nutrizionista Francesco Garritano - Per info telefonare al 347-2481194 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

il Nutrizionista risponde