Colpito da un cassonetto, un ragazzo di 17 anni confessa
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

Colpito da un cassonetto, un ragazzo di 17 anni confessa

Colpito da un cassonetto, un ragazzo di 17 anni confessa

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

'Non sapevo che in spiaggia ci fossero persone,sono dispiaciuto'

Colpito da un cassonetto, un ragazzo di 17 anni confessa
Colpito da un cassonetto, un ragazzo di 17 anni confessa

 

Ha confessato ai carabinieri di Savona il ragazzo di 17 anni che ha tirato un bidone della spazzatura dalla strada sulla spiaggia di Bergeggi colpendo al volto un ragazzino francese di 12 anni che dormiva in tenda. Ai carabinieri ha spiegato di "non sapere che sotto c'erano delle persone" era anzi convinto di "lanciarlo direttamente in mare". "Si è detto molto dispiaciuto", ha detto il comandante del Reparto investigativo dei Carabinieri Savona Dario Ragusa.

Il ragazzo, secondo la ricostruzione dei carabinieri, è uscito verso le 3 dalla discoteca e si è fermato al chiosco dei panini, che però era chiuso. "A quel punto ha pensato di lanciare il cassonetto in spiaggia, convinto di lanciarlo direttamente in mare". In conferenza stampa, i carabinieri di Savona hanno ricostruito i passi salienti dell'indagine: dopo aver accertato l'assenza di telecamere utili a ricostruire quanto avvenuto sabato sera i militari sono riusciti a risalire a un testimone che ha assistito al lancio del bidone. "Una testimonianza molto precisa nella descrizione - ha detto Ragusa - ma che non conteneva elementi utili all'identificazione del responsabile. Abbiamo allora iniziato a sentire i tanti giovani presenti a Spotorno e ieri sera siamo riusciti ad acquisire un quadro indiziario più che solido. Con queste prove abbiamo convocato in caserma il minorenne, che risiede fuori regione, insieme ai genitori chiedendo la sua versione".

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook