TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), reddito cittadinanza a moglie boss,18 denunce
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
21
Mer, Ott
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), reddito cittadinanza a moglie boss,18 denunce

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), reddito cittadinanza a moglie boss,18 denunce

Reggio Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Scoperti da Cc, tra "furbetti" anche lavoratori "in nero"

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), reddito cittadinanza a moglie boss,18 denunce
TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), reddito cittadinanza a moglie boss,18 denunce

 

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA), 25 MAG - Il marito, boss della 'ndrangheta, è in carcere ristretto da sei anni in regime di 41 bis con una condanna definitiva per associazione mafiosa da scontare ma lei percepiva il reddito di cittadinanza. Accade a Taurianova, nel reggino, dove i carabinieri, coordinati dalla Procura di Palmi diretta dal Procuratore Ottavio Sferlazza, hanno scoperto 18 "furbetti" che usufruivano del sussidio pur non avendone diritto. L'erogazione, che ha provocato un danno erariale di 50 mila eurom è stata subito interrotta dall'Inps La consorte del boss aveva dimenticato di segnalare che nel suo nucleo famigliare era presente il marito ma nelle maglie dei militari della Compagnia di Taurianova sono finiti anche cittadini che lavoravano "in nero", pur intascando il reddito, in bar, ristoranti o in cantieri, ma anche un gestore di una officina meccanica abusiva, con diverse auto in attesa e un parrucchiere che intascava il beneficio pur lavorando regolarmente anche se aveva formalmente chiuso l'attività 4 anni fa.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook