Covid India, oltre 170mila morti da inizio pandemia - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
11
Mar, Mag

Covid India, oltre 170mila morti da inizio pandemia

Mondo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

L'India segnala 161.736 nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime 24 ore, che portano il totale dei contagi a 13.689.453 dall'inizio della pandemia con 171.058 decessi, 879 in più rispetto all'ultimo bollettino. Lo riporta il Times of India, dopo che ieri le autorità avevano dato notizia di un record giornaliero di 168.912 casi confermati. 

Nel gigante asiatico sono 12.253.697 le persone dichiarate guarite dopo aver contratto il virus e intanto prosegue la campagna vaccinale. Il fondo sovrano russo (Russian Direct Investment Fund, Rdif) ha annunciato che l'agenzia indiana Drug Controller General of India (Dcgi) ha autorizzato l'uso d'emergenza del vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus. 

L'India, con una popolazione di oltre 1,3 miliardi di persone, è il 60esimo Paese al mondo ad autorizzare il siero, sottolinea una nota diffusa ieri sul sito dedicato a Sputnik V. E Sputnik V è il terzo vaccino anti-Covid autorizzato nel gigante asiatico, dopo Covishield e Covaxin, mentre il fondo sovrano russo ha confermato accordi con aziende farmaceutiche nel Paese (Gland Pharma, Hetero Biopharma, Panacea Biotec, Stelis Biopharma e Virchow Biotech) per la produzione del vaccino. 

"L'India è il nostro partner strategico per la produzione di Sputnik V - ha commentato il Ceo, Kirill Dmitriev - Il Russian Direct Investment Fund ha creato partnership con varie aziende farmaceutiche leader dell'India per la produzione di Sputnik V sia per la vaccinazione della popolazione indiana che per la distribuzione globale del vaccino russo. Oltre 850 milioni di dosi di Sputnik V verranno prodotte ogni anno in India sufficienti per vaccinare più di 425 milioni di persone nel mondo". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002