TORINO, piazza San Carlo, 8 arresti: sono i presunti responsabili del panico in piazza
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
26
Sab, Set
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

TORINO, piazza San Carlo, 8 arresti: sono i presunti responsabili del panico in piazza

TORINO, piazza San Carlo, 8 arresti: sono i presunti responsabili del panico in piazza

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Operazione della questura e della procura di Torino

TORINO, piazza San Carlo, 8 arresti: sono i presunti responsabili del panico in piazza
TORINO, piazza San Carlo, 8 arresti: sono i presunti responsabili del panico in piazza



Otto giovani sono stati arrestati con l'accusa di avere scatenato il panico in piazza San Carlo il 3 giugno 2017 durante la proiezione su maxischermo della finale di Champions League. E' un gruppo che tentò di mettere a segno delle rapine spruzzando dello spray urticante e che avrebbe commesso altre rapine analoghe in grandi raduni pubblici.

   Alcuni sarebbero di origine extracomunitaria. Il gruppo è stato individuato grazie alle intercettazioni telefoniche nel corso di un'altra indagine: stavano parlando di una collanina, rubata in piazza, del valore di diverse centinaia di euro.

   "Per noi non cambia nulla: Erika, purtroppo, non ce la restituisce più nessuno". Angelo Rossi commenta così l'arresto dei presunti responsabili del caos di piazza San Carlo, lo scorso 3 giugno, in cui morì la nipote di 38 anni, Erika Pioletti. "Gli arresti? Lo apprendo ora da voi - ribadisce - ma non cambia nulla. A giugno saremo a Torino, con i genitori di Erika, per la posa di una targa ricordo".

   "Non conosco i dettagli dell'operazione ma da quel che ho potuto capire mi pare che si sia trattato di un lavoro investigativo straordinario". Così il procuratore generale del Piemonte, Francesco Saluzzo, in merito al blitz della polizia che ha portato in carcere le persone sospettate di avere scatenato il panico in Piazza San Carlo. Il magistrato si è complimentato con il questore, Francesco Messina, e con i colleghi della procura presso il tribunale che hanno coordinato l'inchiesta. "Un'indagine complessa - dice - e condotta in modo molto intelligente".

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook