ROMA, autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
04
Ven, Dic
Visita il sito "il Centro Tirreno.com"
News - Arte e Cultura Eventi
Visita il sito "Nutrizione"
Nutrizione - Salute & Benessere
Visita il sito "La finestra sullo Spirito"
Approfondimenti di Cultura
Visita il sito "Partner"
Partner - il Centro Tirreno

ROMA, autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata

ROMA, autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Un denso fumo nero si è diffuso nella zona circostante, visibile da lunga distanza

ROMA, autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata
ROMA, autobus in fiamme in pieno centro, un altro in periferia. Una donna ustionata



Due autobus di linea hanno preso fuoco a distanza di poche ore a Roma, prima in pieno centro e poi in periferia, ed è polemica sullo stato dei mezzi pubblici nella Capitale. In mattinata, un bus di linea è andato a fuoco in via del Tritone per un corto circuito. Momenti di panico fra i passeggeri, una passante è rimasta lievemente ustionata. Danneggiato anche un negozio.

A provocare attimi di panico è stata, fra l'altro, l'esplosione di uno pneumatico del mezzo, udita anche a distanza dalla strada in cui è avvenuto l'incendio, a pochissima distanza dalle principali sedi istituzionali.

 Un denso fumo nero si è diffuso nella zona circostante, visibile da lunga distanza. I Vigili del Fuoco sono entrati in azione per spegnere l'incendio. La strada è stata bloccata.

Nel primo pomeriggio un altro autobus è andato a fuoco in via di Castel Porziano. L'Atac ha avviato indagini interne, indaga anche la Procura: a rischio l'incolumità pubblica. Le opposizioni attaccano la giunta Raggi sul trasporto pubblico 'allo sbando'. Sos sindacati: 'Mezzi vecchi, un caso al mese'.

Il bus carbonizzato in via del Tritone, andato completamente distrutto, era dell'anno 2003, era una vettura considerata 'vecchia', con 15 anni di vita. L'Atac, che ha avviato subito un'indagine interna, sottolinea di aver "negli ultimi mesi intensificato le azioni preventive per minimizzare i rischi di incendio per la flotta che purtroppo ha un'età media molto avanzata - spiega la municipalizzata dei trasporti di Roma -. Le azioni messe in campo hanno consentito di abbattere i casi di incendio sulle vetture di circa il 25% nel primo quadrimestre 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017".   

Traffico congestionato nel centro di Roma: sono state chiuse anche le vie adiacenti a via del Tritone. Non è possibile circolare fra largo Chigi e via del Traforo e su via del Corso (tra piazza Venezia e largo Chigi). Il traffico è in tilt su piazza Venezia e piazza Barberini. Vigili urbani in forze per agevolare la viabilità. L'Atac ha aperto un'indagine interna. "L'incendio non ha provocato nessuna conseguenza ai passeggeri", conferma l'azienda.

Il ministro dell'Interno Marco Minniti stava andando a palazzo Chigi per il Consiglio dei Ministri in quei momenti: si è quindi fermato qualche istante a parlare con i rappresentanti delle forze dell'ordine e con i vigili del fuoco. E' giunta sul posto anche l'assessore alla Mobilità di Roma Linda Meleo.

Sos dei sindacati: mezzi vecchi, un caso al mese - "Le condizioni in cui operano i bus sono condizioni estreme, a conoscenza di tutti e più volte denunciate anche da noi. Si fa la manutenzione possibile con le risorse disponibili, il concordato preventivo però ha bloccato tutto. Questa città necessità di mezzi nuovi, perché quelli che ci sono, sono vecchissimi, la flotta più 'antica' di Europa, e da qui derivano questi problemi. Il servizio che si presta ai romani non è più all'altezza della città. I cittadini esasperati alla fine se la prendono con gli autisti". Così il segretario della Filt Cgil Roma e Lazio Eugenio Stanziale.

"E' l'ennesimo autobus che prende fuoco in città, stimiamo che oramai ci sia un caso del genere al mese - gli fa eco Michele Frullo, dell'Usb -. Questo è dovuto alla vetustà dei mezzi di Atac, che crea disagi a utenti e lavoratori. Bisogna intervenire il più presto possibile con l'acquisto dei mezzi nuovi, perché con l'arrivo dell'estate questa situazione può solo aggravarsi, anche a causa dello stop alla manutenzione dei mezzi su strada, prima assicurata dai lavoratori Corpa che sono stati licenziati". (ANSA)

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
il Cntro Tirreno.it - Salute & Benessere

Seguici anche su Facebook