MILANO, coniugi defunti in cimiteri separati - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Dom, Mag

MILANO, coniugi defunti in cimiteri separati

MILANO, coniugi defunti in cimiteri separati

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

A Milano negato ricongiungimento delle salme, 'non c'è spazio'

MILANO, coniugi defunti in cimiteri separati
MILANO, coniugi defunti in cimiteri separati

 

MILANO, 20 FEB - Uniti per sessant'anni nella vita ma separati dal Comune dopo il decesso. E' quanto accaduto a una coppia di anziani milanesi, morti a soli cinque mesi di distanza. I loro famigliari, già provati dalla repentina doppia scomparsa, si sono visti infatti negare la richiesta di ricongiungimento delle salme nello stesso cimitero. Il Comune di Milano, nella mail di riposta alla famiglia, scrive che "il provvedimento di limitazione dei servizi cimiteriali di Baggio di fatto introduce un bacino urbano servito dal cimitero. Le dimensioni del bacino, quindi della popolazione servita, sono state oggettivamente definite in relazione alla esigua disponibilità di spazi per l'inumazione e la tumulazione attualmente presenti nel cimitero". "Di solito il ricongiungimento è una prassi - dice il figlio - Davvero non capiamo come in una regione che ora prevede anche la possibilità di poter inumare gli animali domestici a fianco dei padroni, non si permetta a marito e moglie di riposare insieme".

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002