ROVEGNO (GENOVA), agricoltore di 78 anni ucciso da un cinghiale nel suo orto - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
07
Ven, Mag

ROVEGNO (GENOVA), agricoltore di 78 anni ucciso da un cinghiale nel suo orto

ROVEGNO (GENOVA), agricoltore di 78 anni ucciso da un cinghiale nel suo orto

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il sindaco della cittadina, Pino Isola

ROVEGNO (GENOVA), agricoltore di 78 anni ucciso da un cinghiale nel suo orto
ROVEGNO (GENOVA), agricoltore di 78 anni ucciso da un cinghiale nel suo orto

 

Genova - Nella notte, un uomo di 78 anni, Antonio Mazzoni, è stato ritrovato morto nel suo orto a Rovegno, nell'entroterra del capoluogo ligure: secondo quanto ricostruito, sarebbe uscito per allontanare un gruppo di cinghiali dalla sua proprietà e gli animali l'avrebbero aggredito, uccidendolo.

Mazzoni avrebbe cercato di sparare alcuni colpi contro gli ungulati, che hanno reagito e lo hanno ferito mortalmente all’arteria femorale.

A trovare il corpo è stato un parente dell'uomo, che lavora come vigile urbano nella cittadina: «Siamo terrorizzati, in paese i cinghiali si aggirano indisturbati - ha detto il sindaco, Pino Isola, raggiunto al telefono dal Secolo XIX - Spesso si tratta di "bestioni" di 150 kg. Io stesso, qualche giorno fa, mi sono dovuto chiudere in casa perché ne avevo uno nel mio giardino. Devono autorizzarci a difenderci in qualche modo».

L'assessore Mai: «Sono animali che vanno contenuti»
L'assessore regionale all'Agricoltura Stefano Mai ha fattole condoglianze ai parenti dell'uomo ucciso da un cinghiale a Rovegno e ha sottolineato che il cinghiale è un animale selvatico, quindi pericoloso per l'uomo" e «va contenuto. La situazione in Liguria non è più sostenibile. Serve un intervento coordinato a livello nazionale. Gli strumenti che abbiamo non sono sufficienti». A giorni, ha detto l'assessore «apriremo un tavolo di crisi per i cinghiali e la fauna selvatica nel suo complesso».

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002