Maltrattava bimbi, arrestata maestra a Bologna - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
11
Mar, Mag

Maltrattava bimbi, arrestata maestra a Bologna

Maltrattava bimbi, arrestata maestra a Bologna

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

I carabinieri di Bologna hanno arrestato un’insegnante di una scuola dell’infanzia per maltrattamenti su minori.

Maltrattava bimbi, arrestata maestra a Bologna
Maltrattava bimbi, arrestata maestra a Bologna

 

L’insegnante, italiana, incensurata e dipendente comunale, è finita in manette in flagranza di reato, nel corso di un’indagine coadiuvata da intercettazioni ambientali che i militari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bologna, avevano installato nella scuola per accertare i metodi educativi sospetti che la donna utilizzava sui bambini di tre anni che i genitori le affidavano quotidianamente. 

Gli episodi analizzati dagli investigatori dell’Arma erano diventati talmente preoccupanti che martedì pomeriggio sono dovuti intervenire d’urgenza all’interno della scuola per bloccare la donna e arrestarla mentre schiaffeggiava un bambino. La donna, dopo la convalida dell’arresto eseguita dal Gip del Tribunale di Bologna, è stata rimessa in libertà, senza l’adozione di misure cautelari personali che erano state richieste dalla Procura. 

L’Amministrazione comunale di Bologna, "nel ribadire il proprio impegno nei servizi per l’infanzia anche in questo anno difficile nel quale quotidianamente siamo all’opera per garantire le migliori condizioni e consentire ai bambini di frequentare i nidi e le scuole d’infanzia, dichiara che i presunti maltrattamenti verso i bambini sono da condannare sempre, senza se e senza ma". L’Amministrazione comunale "conferma piena fiducia nel lavoro degli inquirenti e nel contempo dichiara che gli uffici comunali hanno già assunto i provvedimenti necessari: l’insegnante è stata sospesa e non farà ritorno a scuola finché non saranno accertati i fatti". E "assicura che metterà in campo tutto l’impegno necessario per sostenere la scuola interessata e le famiglie che la frequentano per garantire una prosecuzione dell’anno scolastico in un clima sereno per i bambini". 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002