Etna, eruzione con forti boati e nuove fontane di lava - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
06
Gio, Mag

Etna, eruzione con forti boati e nuove fontane di lava

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

L'eruzione dell'Etna non si ferma e prosegue con fontane di lava e boati. E' stato registrato il quattordicesimo evento parossistico sul vulcano dal 16 febbraio scorso, ancora una volta di notte. La nuova fase, secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio Etneo di Catania, ha nuovamente interessato il cratere di Sud-Est ed è durata diverse ore.  

Il fenomeno è stato caratterizzato da fontana di lava, emissione di cenere eruttiva, ricaduta sul versante Sud-Est dell'Etna, boati uditi a grande distanza e una colata lavica che si espande lungo il versante occidentale della Valle del Bove. Il 14esimo parossismo dell'anno sul vulcano attivo più alto d'Europa è stato 'accompagnato' da una caratteristica particolare: violenti boati che hanno fatto tremare infissi e svegliato persone che abitano nei paesi alla pendici dell'Etna.  

 

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002