Covid, a Brescia bottiglie incendiarie contro centro vaccini - il Centro Tirreno - Quotidiano online
15
Gio, Apr

Covid, a Brescia bottiglie incendiarie contro centro vaccini

Italia
Typography

 

Bottiglie incendiarie lanciate questa mattina poco dopo le 6 contro la struttura che ospita il centro vaccinale anti-Covid e il centro tamponi di via Morelli, a Brescia. Una delle tensostrutture è stata parzialmente danneggiata dalle fiamme. I carabinieri sono sul posto per le indagini. Le bottiglie incendiarie sarebbero state due, ma solo una ha colpito una struttura del centro. L’altra sarebbe invece finita a terra senza provocare danni. Sono ancora da quantificare i danni alla struttura, ma in ogni caso non si registrano feriti. A essere danneggiata è stata una delle tensostrutture che ospita una sala mensa per gli operatori e che non conteneva materiale sanitario. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, con il personale della scientifica che sta esaminando la scena. 

"Attacco ignobile. Una bottiglia incendiaria è stata lanciata all'alba contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. Fortunatamente non si registrano feriti e, non trovando nulla di infiammabile, l'incendio non si è propagato", scrive il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, su Facebook. "Il centro è stato realizzato con i fondi della generosità bresciana, grazie all'iniziativa Aiutiamo Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid. Le forze dell'ordine stanno ricostruire quanto accaduto attraverso le telecamere di sicurezza per identificare i responsabili di questo gesto assurdo e malavitoso", aggiunge. 

"Un gesto sconcertante, incomprensibile e inaccettabile", afferma il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono. “Per ora non ci sono rivendicazioni e pare si sia trattato dell’azione di un singolo, resta però la gravità di un atto riprovevole, che ha colpito una struttura che si occupa di vaccini e tamponi, gestita dalla Protezione civile e dagli alpini, su suolo comunale", continua. "Attendiamo che le indagini facciano il loro corso per stabilire l’esatta dinamica dei fatti e individuare i responsabili, fortunatamente i danni sono stati limitati e non hanno compromesso l’attività del centro, che già da questa mattina è ripresa normalmente”, conclude il sindaco. 

"Un’offesa alla città e a chi si spende ogni giorno per la lotta alla pandemia". Così il capogruppo del Pd in consiglio regionale della Lombardia, Fabio Pizzul, e il presidente della Commissione d’inchiesta sul Covid, Gianni Girelli, definiscono l’attentato contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. “Si tratta di un atto vile - affermano Pizzul e Girelli- grave e vergognoso. Questa realtà rappresenta la generosità dei bresciani, essendo stata realizzata grazie al fondamentale contributo di Aiutiamo Brescia, alla dedizione di tanto personale sanitario che dall’inizio della pandemia è un riferimento certo e alla disponibilità di una rete di volontariato più che mai indispensabile. E’ un’ offesa alla vita di Brescia, che pur così duramente provata dalla pandemia, con le sue istituzioni ha reagito a virus e inefficienze”, spiegano. 

“Speriamo- concludono i consiglieri del Pd- che i colpevoli possano essere individuati al più presto e puniti in modo esemplare. A tutti coloro che continuano a lavorare al servizio di tutti in via Morelli e in tutti i centri di vaccinazione il nostro grande grazie". 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato