Tragico frontale sulla Casilina: 4 morti, tre sono ventenni - il Centro Tirreno - Quotidiano online
15
Gio, Apr

Tragico frontale sulla Casilina: 4 morti, tre sono ventenni

Italia
Typography

 

Quattro morti, tre appena ventenni e un 52enne, in un tragico incidente frontale avvenuto ieri sera intorno alle 20.30 sulla Casilina, all'altezza di San Vittore del Lazio, al confine tra Lazio e Campania. A causare il frontale potrebbe essere stata una manovra azzardata di una delle due auto, che procedevano in direzione opposta sulla strada, in quel punto un lungo rettilineo ondulato e scarsamente illuminato che potrebbe aver favorito una velocità eccessiva. L'impatto, molto violento, è avvenuto in prossimità di un dosso. Le auto procedevano una verso Cassino e l'altra in direzione Mignano Monte Lungo, il paese in provincia di Caserta di cui erano originarie tutte le vittime. Tre delle vittime sono morte sul colpo, una quarta in ospedale.  

I carabinieri della Compagnia di Cassino, arrivati immediatamente sul posto, sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell'incidente, anche con l'aiuto di altri automobilisti che potrebbero aver assistito alla scena. Le salme sono a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

“E’ una tragedia immane, che ha lasciato tutti senza fiato, da questa mattina la città intera sta piangendo”. Così all’Adnkronos Antonio Verdone, sindaco di Mignano Monte Lungo, il paese in provincia di Caserta di cui erano originarie tutte e 4 le vittime. “Le famiglie si trovano in un dolore difficilmente superabile e l’intera comunità è vicina a loro, nonostante la zona rossa e il lockdown, c’è una gara di solidarietà che in questa tragedia dimostra quanto la città sia unita – aggiunge – Per i funerali, quando la Procura metterà a disposizione le salme, ci stiamo già organizzando, ci sarà tantissima gente e dovremo tenere conto dell’emergenza pandemica, per questo stiamo pensando di tenerli in un’area all’aperto e per quel giorno proclamerò il lutto cittadino”.  

Molto scosso anche il vicesindaco Vincenzo Teoli, recatosi sul luogo dell’incidente ieri serra insieme al primo cittadino. “Quello che abbiamo visto è senza precedenti, noi e l’intera comunità siamo sotto choc – afferma all’Adnkronos –. Erano tutti ragazzi d’oro, rispettabilissimi, con cui abbiamo condiviso momenti belli insieme. Questa mattina non ho neanche voglia di mettere piede fuori casa – conclude – voglio soltanto stare vicino ai familiari e dare un aiuto per quello che possiamo”. 

Author: Red AdnkronosWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002

Seguici anche su Facebook

FB Telecomunicazioni - il Centro Tirreno

Feed non trovato