Ristoranti aperti sera, Vissani: "Se non si riapre adesso, chiude l'Italia" - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
16
Dom, Mag

Ristoranti aperti sera, Vissani: "Se non si riapre adesso, chiude l'Italia"

Italia
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 

Ristoranti aperti a pranzo e a cena da maggio sfruttando gli spazi all'aperto. Gianfranco Vissani commenta positivamente con l’Adnkronos l’ipotesi di un allentamento di misure, divieti e restrizioni anti Covid per il settore della ristorazione. “Me lo auguro, per un settore in grande sofferenza, per la gente, per i miei colleghi. Siamo stanchi – aggiunge lo chef – se non si apre adesso, l’Italia chiude”.  

“Sarebbe assurdo se queste sulla riapertura serale fossero soltanto voci – dice ancora Vissani – anche di fronte alla decisione di aprire lo Stadio Olimpico per gli Europei di calcio, consentendo l’ingresso a 17mila persone (circa il 20-25 per cento della capienza). Tuttavia se ne parlano, vuol dire che si può finalmente riaprire”.  

“Ad ogni modo - conclude - se si riparte, bisognerà pensare alle tasse e agli affitti congelati che non potranno essere richiesti subito, perché la ripresa dell’attività comporta ancora un grande impegno economico: in questo momento, oltre a riaprire, servono soprattutto i sostegni”.  

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002