Oliverio sigla le convenzioni per valorizzare materiale storico ferroviario
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
09
Lun, Dic
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AWIN
article-top-ads-Nordic Oil
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

Oliverio sigla le convenzioni per valorizzare materiale storico ferroviario

Oliverio sigla le convenzioni per valorizzare materiale storico ferroviario

Calabria
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Il Presidente della Regione Calabria ha firmato oggi nella Cittadella regionale le convenzioni con quattro Comuni calabresi: Bova, Castrovillari, Cinquefrondi, Spezzano della Sila e Ferrovie della Calabria per interventi finalizzati a valorizzare il potenziale espresso da mezzi storici, materiale rotabile e attrezzature tecniche ferroviarie di interesse storico culturale.

Oliverio sigla le convenzioni per valorizzare materiale storico ferroviario
Oliverio sigla le convenzioni per valorizzare materiale storico ferroviario

 

Alla sigla delle convenzioni erano presenti, oltre al Presidente Oliverio, l'assessore alla Cultura Maria Francesca Corigliano, il dirigente Giuseppe Iiritano, del dipartimento Infrastrutture che ha proposto gli interventi e i sindaci dei quattro Comuni interessati: Giovanni Andrea Casile, Salvatore Monaco, Domenico Lo Polito, Michele Conia. Ferrovie della Calabria era invece rappresentata dall'ingegnre Alessandro Marcelli. “Si tratta – ha dichiarato Oliverio – di una importante iniziativa che rappresenta un piccolo tassello di un disegno più generale volto a valorizzare le nostre identità territoriali. Attraverso questi interventi su alcuni beni culturali legati alle Ferrovie, come le “locomotive” di Bova e Castrovillari, la “piattaforma girevole” di Cinquefrondi o il “lancianeve” di Spezzano, vogliamo rafforzare il legame delle nostre comunità con la propria storia. La visione della Giunta è di rendere attrattivi i nostri Comuni e lo stiamo facendo concretamente con investimenti importanti sui borghi e sul patrimonio culturale calabrese”.

L'assessore alla Cultura Corigliano ha sottolineato che gli interventi oggetto di convenzione sono parte di un progetto strategico volto a valorizzare le linee ferroviarie in chiave turistica e culturale proposto dall'Assessore Roberto Musmanno e approvato dalla Giunta nel più complessivo piano di valorizzazione dei beni culturali. “La Regione – ha detto l'Assessore – ha investito 72 milioni sulla valorizzazione dei beni culturali calabresi. È una strategia ben precisa per rendere ancora più attrativo il nostro immenso patrimonio culturale all'interno dei Comuni calabresi. Gli interventi previsti nell'ambito delle convenzioni che oggi si sottoscrivono prevedono anche il recupero dell'area in cui i mezzi storici ferroviari insistono, con l'installazione di impinati di videosorveglianza e nuovi sistemi di illuminazione. Si contribuisce, quindi, al miglioramento della fruibilità del bene anche proteggendolo”.

Le convenzioni siglate oggi sono quattro: quella con il Comune di Bova prevede 30 mila euro per la valorizzazione della “Locomotiva” ubicata nella stazione ferroviaria, attraverso la pulizia, sistemi di illuminazione, di videosorveglianza e di manutenzione delle aree di esposizione degli oggetti di interesse. Attraverso la convenzione con il Comune di Castrovillari e FdC è prevista la valorizzazione con un finanziamento di 50 mila euro della “Locomotiva” del piazzale dell'autostazione di Viale della Libertà attraverso la pulizia, sistemi di illuminazione, videosorveglianza e di manutenzione delle aree di esposizione degli oggetti di interesse. La convenzione con il Comune di Cinquefrondi e FdC prevede interventi della stessa tipologia, per 30 mila euro, sulla “piattaforma girevole” della stazione ferroviaria a Cinquefrondi sulle linee Taurensi mentre quella con il Comune di Spezzano della Sila e FdC è diretta a valorizzare e promuovere il “Lancianeve” ubicato nella stazione ferroviaria di Camigliatello. Tale intervento, così come gli altri, è volto anche a verificare la capacità di attrarre attraverso il materiale storico ferroviario l'interesse dei turisti.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003
Annunci Tradedoubler
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook