LAMEZIA TERME (CATANZARO), 'Ndrangheta, confiscati beni per 1,2 mln - il Centro Tirreno - Quotidiano online
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
06
Gio, Mag

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 'Ndrangheta, confiscati beni per 1,2 mln

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 'Ndrangheta, confiscati beni per 1,2 mln

Catanzaro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Terreni e fabbricati individuati da Gdf in Calabria e Piemonte

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 'Ndrangheta, confiscati beni per 1,2 mln
LAMEZIA TERME (CATANZARO), 'Ndrangheta, confiscati beni per 1,2 mln

 

LAMEZIA TERME (CATANZARO), 22 LUG - Il Gruppo di Lamezia Terme della Guardia di finanza ha eseguito una confisca di beni, per un valore di un milione e duecentomila euro, riconducibili ad un presunto affiliato alla 'ndrangheta, Giorgio Galiano, condannato in via definitiva per la sua appartenenza alla cosca dei Giampà. La confisca é stata disposta dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della Dda, diretta da Nicola Gratteri. I beni confiscati, ubicati in Calabria ed in Piemonte, erano stati sequestrati nel luglio dello scorso anno. Si tratta, tra l'altro, di un edificio di tre piani, terreni, capannoni, quote societarie e disponibilità finanziarie. Nei confronti di Galiano é stata anche applicata la misura della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno per cinque anni nel comune di residenza.

Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002