MORMANNO CELEBRA LA GIORNATA DELLA MEMORIA
Il sito "il Centro Tirreno.it" utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata a scopi pubblicitari e per rendere più agevole la navigazione, garantire la fruizione dei servizi, se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
15
Mar, Ott
Annunci AdSense
home-1-ads-ct-tda-002
Annunci AdSense
article-top-ads-ct-art-001

MORMANNO CELEBRA LA GIORNATA DELLA MEMORIA

MORMANNO CELEBRA LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Cosenza
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

L'assessore alla cultura, Angela Maradei, ha promosso, per conto dell'amministrazione comunale la proiezione del film "Un sacchetto di biglie" presso il Cine Teatro Comunale

MORMANNO CELEBRA LA GIORNATA DELLA MEMORIA
MORMANNO CELEBRA LA GIORNATA DELLA MEMORIA

 

Fare memoria, con il cuore a quegli anni drammatici per la storia dell'umanità  ma, con il preciso intento di educare le giovani generazioni al rispetto delle diversità, senza la paura. La Giornata della Memoria ogni anno è l'occasione giusta per fare il punto su chi siamo, da dove veniamo, senza dimenticare la storia che ci aiuta ad essere - se focalizziamo gli errori del passato - uomini e donne diverse e migliori per il presente ed il futuro che ci aspetta. Con questo spirito l'assessore alla cultura del Comune di Mormanno, Angela Maradei, ha inteso proporre alla cittadinanza, in piena sintonia con l'esecutivo guidato dal Sindaco Giuseppe Regina, la proiezione della pellicola cinematografica "Un sacchetto di biglie" diretto da Christian Duguay per domenica 27 gennaio, in doppia proiezione ad ingresso gratuito alle 18:00 e alle 20:00 presso il Cine Teatro Comunale.

La storia raccontata nel film è quella del sorprendente viaggio di due giovani fratelli di origini ebrea, attraverso la Francia degli anni quaranta, occupata dai nazisti. Joseph (Dorian Le Clech) e Maurice (Batyste Fleurial) vivono la loro infanzia serenamente: d'estate giocano tra le onde, d'inverno si sfidano a battaglie di palle di neve. Fino a quando tutto cambia. A scuola sono costretti a indossare segni distintivi sulla giacca della divisa, come tutti gli altri bambini ebrei; vengono esclusi e additati dai compagni, emarginati dagli amici che ora li guardano in modo diverso. La situazione si complica a tal punto che una sera, il padre (Patrick Bruel) gli annuncia che dovranno partire in cerca di un luogo più sicuro. I bambini si mettono così in viaggio per sfuggire ai nazisti e raggiungere la cosiddetta "terra libera". In qualche modo riescono a eludere i controlli delle SS, imparano a riconoscere il rumore dei tremendi camioncini che sciamano per il Paese, e a scappare prima che gli ufficiali a bordo si accorgano della loro presenza. Il film segue i due bambini nella loro fuga da Parigi alla ricerca di un rifugio definitivo, mostra senza filtri le insormontabili difficoltà che affrontano lungo il percorso e come, con un'incredibile dose di astuzia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi finalmente alla loro famiglia.

Red
Author: RedWebsite: https://ilcentrotirreno.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
News: Italia, Estero, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Sport, Salute, Tecnologia, Amici Estero

Annunci AdSense
article-botton-ads-ct-art-002
Ti potrebbero interessare anche:
article-top-ads-ct-cca-002
Annunci AdSense
sidebar-ads-ct-tda-003

Seguici anche su Facebook